Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1086
VITTORIA - 09/10/2012
Sport - Calcio, Eccellenza: biancorossi rammaricati per il mancato successo ad Aci S. Antonio

Vittoria determinato ad andare avanti in Coppa

Il presidente Barravecchia: "Al momento il campionato ha un’importanza maggiore, ma non snobberemo assolutamente qualsiasi altra competizione. E poi si tratta comunque di un derby, impossibile giocarlo senza convinzioni forti»
Foto CorrierediRagusa.it

Dopo il pari esterno di domenica in terra acese, il Vittoria, capolista del campionato d’Eccellenza, gioca la prima gara d’andata del secondo turno di coppa Italia. E se alla squadra di Campanella brucia ancora il pareggio di qualche giorno fa con l’Aci Sant’Antonio (nella ripresa sprecate 3 occasioni nitide) l’impegno con il Modica rappresenta allo stesso modo una prova importante e da non sottovalutare.

Il derby contro i rossoblù della Contea arriva in un momento importante della stagione. Il Vittoria che rallenta la marcia nelle ultime due partite di campionato (una sconfitta e un pareggio) Modica che invece comincia ad ingranare gioco e risultati forte alle spalle dei suoi 9 punti in classifica. Una sfida, dunque, dove le due compagini si presentano con umori decisamente diversi.

«Siamo ancora rammaricati – confessa il presidente Salvatore Barravecchia – per i due punti gettati via domenica scorsa. Meritavamo di vincere per il gioco espresso in particolar modo nella ripresa. Sono stati sbagliati gol già fatti e questo non va bene. Restiamo però consapevoli che un punto conquistato fuori casa è sempre positivo».

Poi sul derby di mercoledì pomeriggio: «Ogni partita la giochiamo per vincere, con la convinzione di dare del nostro meglio. Al momento il campionato ha un’importanza maggiore, ma non snobberemo assolutamente qualsiasi altra competizione. E poi si tratterà comunque di un derby, impossibile giocarlo senza convinzioni forti».