Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 869
VITTORIA - 14/08/2012
Sport - Calcio, Eccellenza: i biancorossi hanno perso in amichevole contro lo Scordia, 5 - 4

Vittoria ancora in costruzione, in Coppa contro l´A. Gela

L’organico attualmente fa leva sull’esperienza di gente come Vasile, Nobile, Montalto, Raciti e D’Agosta.

Il calcio d’agosto non è da prendere sul serio, nel bene e nel male. Il Vittoria ha perso 5-4 l’amichevole contro lo Scordia, squadra di serie inferiore, ma più che il risultato, Giovanni Campanella guarda la condizione fisico-atletica della squadra. Ammette che il Vittoria non c’è ancora, ma non dispera. E afferma che a parte il risultato, che non fa testo, non è stato convinto dalla prestazione della formazione scesa in campo. Il tecnico ha fatto emergere le diverse condizioni delle sue squadre. Il Vittoria si allena dal 28 luglio e ha sulle gambe tutta la pesantezza di queste due settimane di fatica; mentre lo Scordia, che ha iniziato da poco la preparazione atletica, è apparso molto più veloce nella manovra.

Solo questi i problemi del Vittoria? Magari! Pur mettendo in evidenza gli sforzi che presidente Salvatore Barravecchia e tecnico Giovanni Campanella stanno facendo per non fare morire il calcio, il futuro della squadra vittoriese nell’immediato continua a essere un’incognita. Avrà la società la forza morale e i mezzi economici necessari per giungere alla fine dignitosamente salvando la squadra dalla retrocessione? Lo spettro del torneo precedente aleggia ancora nell’ambiente biancorosso e in molti, nella tifoseria e nello stesso team, sono piuttosto scettici sulle potenzialità e sulla tenuta che alla distanza potrà avere la squadra che è stata allestita, prevalentemente a carattere locale.

«Partiamo dal fatto- dice Barravecchia- che il Vittoria doveva essere radiato e noi l’abbiamo impedito. E questo è già un risultato. Inutile nascondere le difficoltà: ci sono e vanno affrontate e dominate. L’obiettivo di questa società è di salvare il titolo. E io sono fiducioso, perché credo nel tecnico Campanella, il quale mi ha assicurato che il Vittoria potrà prendersi qualche soddisfazione in più di quanto si pensi».

Per ciò che riguarda la stabilità della formazione, va detto che è ancora incompleta perché necessità di un attaccante e di due juniores. «Li stiamo cercando e speriamo di concludere molto presto- replica Barravecchia- abbiamo più di una pista in corso di trattative, ma non dico nulla perché appena apriamo bocca ci sono pronte altre squadre a inserirsi nella trattativa. Presto avrete l’organico completo>. Un organico che attualmente fa leva sull’esperienza di gente come Vasile, Nobile, Montalto, Raciti e D’Agosta.

Adesso il Vittoria allenterà la pressione di lavoro per rispettare la tradizione del riposo ferragostano e dopo si rimetterà a faticare in vista dei prossimi impegni. Non si conoscono i nomi delle squadre avversarie, ma nel calendario sono già segnate le date delle prossime amichevoli. Il 19 e il 23 agosto due amichevoli di un certo rilievo, mentre il 25 si comincia a fare sul serio con la prima di coppa Italia contro l’Atletico Gela che si disputerà al «Comunale», per poi rendere visita ai gelesi il 3 settembre.

Non sono stati stilati ancora i calendari, ma secondo le previsioni il campionato dovrebbe cominciare il 16 settembre. Il Vittoria ci sarà, con l’obiettivo di salvarsi. E le favorite? «Orlandina, Modica e Nuova Igea»- questa la terna su cui punta il presidente del Vittoria Barravecchia.