Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 961
VITTORIA - 02/03/2012
Sport - Calcio: le ultime quattro giornate hanno fruttato 8 punti ed hanno dato fiducia ai biancorossi

Vittoria contro il Due Torri e poi sotto col Ragusa

La tifoseria attende già il derby che si disputerà al Comunale tra quindici giorni

Otto punti nelle ultime quattro partite: due pareggi fuori casa (Real Avola-Taormina) e due successi al Comunale (Trecastagni-Enna) permettono al Vittoria di ritrovare maggiore tranquillità e di prepararsi al meglio in vista delle prossime ed impegnative partite di campionato. Tra quindici giorni si gioca l’atteso derby con il Ragusa capolista. Prima, però, c’è da far visita al Due Torri lontano dal Comunale.

Nonostante il campionato del Vittoria sia messo ormai del tutto al sicuro, c’è da scommettere che la compagine biancorossa darà il massimo da qui fino alla fine con l’intenzione di onorare dignitosamente la stagione. Il derby, poi, porta dietro con sé le sue immancabili caratteristiche legate al fascino della sfida oltre che all’imprevedibilità del risultato. Ma nella fattispecie più importante, se proprio vogliamo, questa volta il banco di prova riguarda la squadra azzurra allenata da Pino Rigoli. Per il Ragusa si tratterà sicuramente dell’esame più difficile da affrontare; un ostacolo che potrebbe dirla lunga sul futuro degli eterni rivali che, come sappiamo, hanno in testa l’obiettivo fisso e sacrosanto della serie D.

Ad ogni modo il finale dell’andata rimane ancora adesso vivo, dove al termine di 90’ emozionanti fu proprio il Ragusa ad aggiudicarsi l’intera posta in palio vincendo per 3-2. Parliamoci chiaro, non è più lo stesso Vittoria dell’andata, se si considera che non ci sono oggi titolari del calibro di Calabrese (proprio lui realizzò una splendida doppietta all’Aldo Campo) D’Angelo, Raimondi e Scarnato.