Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1290
VITTORIA - 12/01/2012
Sport - Calcio: troppa la distanza dei biancorossi dal Ragusa e dal Messina

Il Vittoria rischia di vedere sfumare anche i playoff

Il 3° o il 4° posto non servirebbe a niente se non riduce la differenza con la seconda della classifica. Il ds Pluchino ammette le difficoltà oggettive

Il rischio è grosso: il Vittoria potrebbe non disputare nemmeno i playoff a stagione conclusa. Il terzo - o quarto posto nella peggiore delle ipotesi - non servirà a un bel niente nel caso in cui i dieci punti di distacco dalla seconda non verranno ridotti drasticamente. Una specie di spread sempre in picchiata, tanto per rimanere in tema d’attualità e riallacciarci al sistema di crisi economica. E dando una triste occhiata alla classifica, ci si rende subito conto di come la situazione sia diventata ben più grave del previsto.

La sconfitta a Misterbianco dei biancorossi (la terza consecutiva della stagione) e il contemporaneo blitz del Ragusa ad Avola ha portato il distacco a 13 lunghezze; se a questo aggiungiamo pure la disfatta della squadra di Raciti ad Avola nella semifinale di andata (2-0) verrebbe da dire già da ora addio ai playoff. Senza voler essere troppo pessimisti (ma nemmeno ciechi) non ci resta da dire una semplice cosa: siamo all’ultima spiaggia. Le prossime due gare di stagione – Orlandina in campionato e Real Avola in coppa Italia – la diranno lunga sull’imminente futuro dei biancorossi. Non tanto la gara con l’Orlandina (ormai la strada in campionato è segnata) ma la semifinale di ritorno con i siracusani rischia di diventare il bivio cruciale. D’altronde la strada ultima per arrivare agli spareggi rimane quella.

La possibilità è ribaltare il 2-0, un compito che rimane ancora alla portata di Crescibene e compagni. Ovviamente i tifosi si aspettano di più anche dall’ultimo acquisto Sasà Esposito, un sacrificio non del tutto indifferente compiuto dalla società. «Gli ultimi risultati – conferma il direttore sportivo Franco Pluchino – hanno compromesso non di poco il nostro campionato. Qualora non dovessero mutare saremo costretti ad agire di conseguenza. Ridimensionare l’organico? Il Ragusa domenica gioca in casa con l’Enna, quasi scontato che si porterà via l’intera posta in palio. E noi con l’Orlandina non possiamo fallire. Ma è la coppa che tiene tutto in banco. Fuori anche lì, niente da escludere. Se ci aspettavamo un campionato così poco equilibrato? Sinceramente no, ma strada facendo sono usciti fuori i veri valori. Troppo deboli le 6-7 società che occupano gli ultimi posti, di conseguenza i risultati sono quelli attuali».