Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 822
VITTORIA - 02/12/2011
Sport - Calcio: le sorprese societarie non finiscono mai

Al Vittoria sono tornati torna Mascara e 5 nuovi giocatori

I due gruppi trovano l’accordo e si scopre che il Vittoria ha già speso 150 mila euro. Domenica in casa arriva il Caltagirone e anche 5 nuovi atleti, fra cui Montalto e Chiaramonte
Foto CorrierediRagusa.it

L’uscita di scena del gruppo Mascara non dura nemmeno una settimana. In occasione dell’ultima conferenza stampa (l’ennesima di una stagione travagliata) l’accordo raggiunto sembra ufficiale: Salvatore Barravecchia (foto) lascia il posto alla cordata dell’ex capitano del Catania. E’ questa l’ultima novità in casa biancorossa.

L’accordo si è trovato sulla base di 35.000 euro rilasciati come «buonuscita» al vecchio gruppo Barravecchia. Ma quest’ultimo, sempre in corso di conferenza stampa ha tirato fuori altre somme, per un totale di 78.000 euro versati sul piatto dall’ex Francesco Di Paola e company, a fronte delle 64.000 sborsati da Barravecchia insieme ai suoi amici. Insomma, tanti soldi ma poca sostanza, perché alla fine conta la classifica ed il Vittoria non naviga certo in acque tranquille.

Se le cifre elencate dall’ex presidente del Vittoria sono reali, ci chiediamo quanto ammonterà la spesa finale al termine della stagione. Di certo Mascara non avrà il braccino corto, ed è possibile che gli obiettivi rimangano in grande. Resta il fatto che in queste categorie non si può rendere conto di una spesa così alta e ingenerosa. Se al Vittoria non bastano nemmeno 150.000 euro per arrivare a dicembre in condizioni dignitose, ci chiediamo quanto avranno speso Ragusa e Città di Messina per stare in cima alla classifica.

Ad ogni modo il Vittoria è chiamato adesso a voltare pagina con la sua nuova cordata di dirigenti. Nel giro di pochi giorni verrà stilato il nuovo organigramma societario, perché dopo appena 3 mesi di campionato è tutto da rifare. A cominciare dal prossimo presidente.

CAMPIONATO
Domenica, intanto, gara casalinga contro l’Aquila Caltagirone. Con i calatini è già la terza sfida della stagione dopo le due gara di coppa Italia. Il Vittoria torna in campo dopo aver ottenuto mercoledì scorso la qualificazione alla semifinale di coppa a spese del Città di Messina. Per la squadra di Raciti diverse assenze. Senza più Filicetti (ci aspettavamo ben altro da quest’ultimo a Vittoria) e D’Angelo, c’è da fare i conti con alcuni giocatori alle prese con qualche problema muscolare.

CALCIOMERCATO, ARRIVI E PARTENZE
Partiamo dalle new entry: Cosimo Montalto, ex Trecastagni, capocannoniere della scorsa stagione con 25 reti è il nuovo attaccante del Vittoria; poi Salvatore Chiaramonte, centrocampista proveniente dall’Atletico Catania ma con recente esperienza a Ragusa; infine due juniores: Alessandro Randis classe ‘92 (Adrano), Pierluigi Gentile classe ’92 (Palazzolo) e Giuseppe Garufi classe ’94 (Enna).

Capitolo uscite. Di Filicetti e D’Angelo (sicuramente si accaserà al Due Torri) già sappiamo, ma la preoccupazione più grande arriva dall’attacco, dove ormai è quasi certa la notizia dell’addio di Tindaro Calabrese. Per il bomber biancorosso è quasi fatta con l’Adrano (D), d’altronde un suo addio dopo il marasma generale di questi mesi era lecito aspettarselo. Per quanto riguarda tutti gli altri – dicono dalla dirigenza – dipenderà da ogni singolo giocatore. Oltre ai già citati andranno via diversi juniores della rosa attuale biancorossa.

Nella foto in alto, Calabrese e Filicetti, ormai due ex