Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1137
VITTORIA - 19/11/2011
Sport - Calcio: i biancorossi ritornano al "Comunale" dopo la sconfitta nel derby ccon il Ragusa

Vittoria contro Atletico per vincere e battere la crisi

Ancora incerto il futuro societario dopo le liti di queste settimane. Torna in campo Crescibene ma resta fuori Filicetti, squalificato. Tutte le attenzioni su Tindaro Calabrese Foto Corrierediragusa.it

Che Vittoria ritroveremo in campo dopo la sconfitta del derby di Ragusa e il pari interno col Messina in coppa Italia? Lo sapremo al termine della gara in casa con l’Atletico Catania. Non è un bel momento per il Vittoria, soprattutto per le ultime vicende societarie che, come tradizione vuole in casa biancorossa, si deteriorano ai primi ostacoli. Più che gli atleti, hanno fatto parlare i dirigenti biancorossi: i due gruppi che fanno capo a Salvatore Barravecchia (che non è più presidente) e ai catanesi Mascara-Di Paola.

La non quadratura dei conti economici ha provocato brutti traumi all’ambiente, tant’è che nella società ci sono stati alterchi molto forti tra le due fazioni. La situazione non è ancora molto fluida (il presidente si dovrebbe eleggere la prossima settimana) e l’andirivieni di calciatori, a metà novembre, è la prova che non c’è un assetto societario forte, solido e compatto: di quelli in grado di vincere i campionati, per intenderci.

Nell’attesa che i dirigenti decidano cosa fare, il Vittoria si prepara ad affrontare l’Atletico Catania, squadra di metà classifica che può sempre nascondere insidie. L’allenatore Ezio Raciti, come comunica l’addetto ai rapporti con la stampa Pietro Cammalleri, avrà a disposizione tutti i giocatori, compreso Crescibene, che ha scontato la squalifica.

Niente da fare, invece, per Luca Filicetti, che è incappato nel rigore della giudice sportivo rimediando un turno di squalifica. Ma su Filicetti, a parte la squalifica, va fatto un discorso diverso. Il nipote di Sandro Rosa non è più quel giocatore che poteva fare il salto di categoria in questa squadra. Incomprensioni tecniche e tattiche, prima con Lucenti e adesso con Raciti, hanno raffreddato i rapporti tra Filicetti e l’ambiente, tanto che si parla di un suo prossimo spostamento a Modica. Della partenza di Garufi, Gervasi e Strano avevamo già detto prima. In questo momento il Vittoria può contare sulla straordinaria forma atletica di Tindaro Calabrese, il bomber del momento.

Nella foto sopra, il Vittoria prima della crisi