Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1482
VITTORIA - 11/11/2011
Sport - Calcio: salvatore Barravecchia si è dimesso, i biancorossi si sono preparati per il derby

Ezio Raciti: "Ce la giocheremo, pur se siamo rimaneggiati"

In dubbio Filicetti, Di Franco e Garufi, Crescibene assente perchè squalificato
Foto CorrierediRagusa.it

Derby al sicuro. Il Vittoria salva parzialmente la sua stagione in attesa dell’importantissimo incontro di domenica con il Ragusa all’Aldo Campo. Tra Mascara e la dirigenza biancorossa sembra tornato il sereno, ma in realtà si aspetta lunedì per rimodellare tutto l’organigramma societario. Per Salvatore Barravecchia (non sarà più lui il presidente) si prospetta un nuovo ruolo all’interno della società dopo le dimissioni firmate nella giornata di ieri. Tutto il resto verrà esaminato con Mascara in prima persona dopo il derby.

FORMAZIONE RIMANEGGIATA


Ed in vista della partitissima all’Aldo Campo il Vittoria dovrà fare i conti con delle assenze pesanti. Durante la partitella di ieri pomeriggio out Filicetti, Di Franco e Garufi. Per il primo una botta al ginocchio rimediata poco prima della fine (è uscito sollevato dai compagni senza poggiare la gamba) per il secondo problema alla caviglia. Garufi non si è allenato tutta la settimana. A questi tre bisogna aggiungere la squalifica del play basso Crescibene, costretto a saltare il derby per doppia ammonizione.

Con ogni probabilità il tecnico Ezio Raciti (nella foto) dovrà fare a meno del suo solito 4-3-3 non avendo a disposizione gli uomini necessari. Possibile, a questo punto, la scelta del 4-4-2 con un occhio particolare alla posizione in campo del ragusano Arena. E’ lui l’asso nella manica di Pino Rigoli, il giocatore che in questo Ragusa fa la differenza sfornando suggerimenti a destra e a manca in ogni azione offensiva. Blindare il numero 10 azzurro significherebbe stoppare sul nascere gran parte delle occasioni pericolose del Ragusa. Da non sottovalutare la spinta di Pellegrino e Milazzo a ridosso della zona di centrocampo. E’ sulle fasce che gli azzurri di Rigoli tenteranno in particolar modo di far male ai biancorossi.

RACITI
"Abbiamo vissuto una settimana difficile – ammette l’allenatore del Vittoria – le vicende della dirigenza sono note, quindi inutile tornarci sopra. Consapevole di tutto questo prima del mio arrivo? Una piazza importante come Vittoria comporta certe situazioni, quindi può starci nel calcio che una società sia costretta ad affrontare problemi del genere. Tornando indietro? Accetterei nuovamente l’incarico, perché fare calcio a Vittoria è sempre gratificante. Il Ragusa? Partita importante; cercheremo di andare lì con la consapevolezza di disputare una buona partita. Confido in qualche miracolo dei medici, perché allo stato attuale la formazione è molto ridotta".