Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1397
VITTORIA - 04/11/2011
Sport - Pallavolo serie C: si gioca a Vittoria Dietamed - Pvt

Volley, subito derby ibleo tra Vittoria e Modica

Primo derby di stagione. Si affrontano le due società che mirano al salto di categoria: la serie B. Ma le due squadre arrivano all’appuntamento con umori e obiettivi opposti
Foto CorrierediRagusa.it

C’è grande attesa in città per il derby di volley tra la Dietamed di Vittoria e la Pro Volley Team di Modica. La seconda giornata di campionato mette di fronte due tra le candidate alla vittoria finale. Da un lato il Vittoria; neopromosso in serie C dopo una stagione esaltante culminata con la vittoria del campionato. Dall’altra l’esperienza della pallavolo modicana, con la società delle Contea pronta per il ritorno in B. Sarà una gara avvincente e ricca di emozioni, d’altronde entrambe le società mirano al salto di categoria.

Umori dversi
Ma gli umori di questo avvincente derby tra Vittoria e Modica non sono esattamente simili. La Dietamed allenata da Gianni Azzara arriva all’appuntamento dopo un avvio di stagione preoccupante. Tanti infortuni e sconfitta all’esordio in quel di Pedara (3-0) complici anche le tante assenze. Per le atlete di casa, dunque, stagione che parte immediatamente in salita. Anche il calendario delle vittoriesi non è stato d’aiuto: Pedara e Modica nelle prime due partite era il peggio che ci si potesse aspettare.

Stato di ottima forma per il team modicano, che dopo il primo 3-0 della stagione ottenuto nel match d’esordio con il Comiso, si prepara adesso a concedere il bis in campionato lontano da casa. Per le candidate alla vittoria finale sarà comunque un sabato non facile, perché le ragazze di Azzara hanno tutta l’aria e l’intenzione di riscattarsi.

Nella foto in alto, da sinistra Chiara Koritarova e Giuliana Di Emanuele