Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 961
VITTORIA - 02/09/2011
Sport - Calcio: biancorossi pronti all’esordio in casa

Vittoria-Comiso in Coppa alla presenza di Peppe Mascara

Si parte dal 4-1 dell’andata, ma questo non autorizza ad abbassare la guardia

Grande attesa per vedere all’opera il nuovo Vittoria. In tribuna domenica pomeriggio fra gli spettatori ci sarà anche Peppe Mascara, l’attaccante del Napoli che quest’anno è molto vicino alla causa biancorossa.
Dice il presidente del Vittoria, Salvatore Barravecchia: «Contro il Comiso si riparte da 0-0, non dobbiamo abbassare la guardia assolutamente. E poi – aggiunge – non mi sono piaciute diverse cose al di là dei 4 gol. C’è ancora parecchio da lavorare».

Nel Vittoria torneranno a disposizione anche i vari D’Angelo, Rotondo e Luca Strano, tutti assenti durante i primi 90’. Importante per il tecnico Gaetano Lucenti, che per la prima volta da quando siede sulla panchina biancorossa potrà disporre finalmente della formazione titolare (escluso Mensah fermo ai box e in attesa del transfert definitivo). Ma quell’ultima considerazione del presidente Barravecchia dopo la gara di andata ci porta direttamente all’argomento: quello di Lucenti è un Vittoria ancora incompleto? «Nono ho detto incompleto – chiarisce Barravecchia – mi aspettavo semplicemente un po’ di più». – Si riferisce a qualcosa o qualcuno in particolare? «Difesa e centrocampo sono decisamente da rivedere; abbiamo lasciato molto spazio all’avversario e questo è questo è un dato di fatto che va analizzato per bene. Abbiamo preso 6 centrocampisti e diversi centrali, non possiamo fallire in quei reparti…» - Una frecciatina al 4-2-3-1 di Lucenti? «Gaetano Lucenti è un tecnico preparatissimo, molto tecnico e disponibile, dunque con lui nessun problema».

Ma…! «E’ vero, forse sul modulo non abbiamo la stessa idea – ammette il presidente del Vittoria – con tutti i mediani che abbiamo personalmente costruirei una squadra più solida in mezzo. Il gioco di Lucenti è molto tecnico e veloce, se ingrana è davvero bello da vedere, ma io non toglierei mai dal campo due come Scarnato e Patti. Per me dovrebbero giocare sempre». – Dovrebbero o devono? «Io sono il presidente, è logico dunque che le scelte le faccia sempre il tecnico. Noi abbiamo riposto tutta la nostra fiducia in Gaetano e sarà con lui che porteremo a termine la stagione con o senza opinioni diverse». – Chi ha trovato più o meno in forma? «Scarnato non si tocca, Leone invece lo vedo sottotono. Forse sarà la preparazione atletica. Altrimenti non riuscirei a spiegarmi un calo del genere. Tra i giovani è stato ottimo l’inserimento di Lo Giudice. Inoltre, fra gli spettatori avremo anche Peppe Mascara».