Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1028
VITTORIA - 20/03/2011
Sport - Calcio Prima categoria: partita tutt’altro che bella all’Andolina

Lo Scoglitti torna al successo contro il Canicattini

Decide Bennice su rigore. I ragazzi di Guzzardi non vincevano da molte domeniche
Foto CorrierediRagusa.it

SCOGLITTI – CANICATTINI 1-0

SCOGLITTI: Mignacca, Trama, Migliore, Di Pasquale, D’Amico, Dezio, Cassibba (27’st Cosentino) Micieli (45’st Modica) Colombo (15’st Bennice) Carnemolla, La Raffa. All. Guzzardi

CANICATTINI: Cla. Randazzo, Iurato, Cascone, Garrizzo, Uccello, Con. Randazzo, Zuccalà (18’st Gallo) Corrabino, Angelica (39’st Cultrera) M.Randazzo (35’st Fazzino) S. Randazzo. All. Randazzo.

ARBITRO: Gurrieri di Ragusa

MARCATORE: Bennice su rigore al 35’st


Al triplice fischio del direttore di gara lo Scoglitti (foto) può tornare a sorridere. Ed è proprio un urlo liberatorio quello della formazione arancio al termine dei 90’, perché l’appuntamento con i 3 punti mancava ormai da troppo tempo dalle parti del «Nino Andolina». Contro un Canicattini formato famiglia Randazzo (Claudio, Concetto, Marco, Salvo più l’allenatore a comporre e guidare mezza squadra ospite) ci pensa il solito Bennice a togliere le castagne dal fuoco.

Gli uomini di Guzzardi non attraversano sicuramente un buon momento; la squadra si è allenata poco in queste settimane e gran parte dell’organico (per quel poco che ne è rimasto dopo le squalifiche di Noto e l’esodo di alcuni giocatori, vedi la rinuncia di Gemma) risente tuttora di una condizione atletica ridotta ai minimi termini. Dunque cosa chiedere di più? E’ questo quello che ci si domanda proprio a bordo campo tra gli stessi collaboratori, parte di tifosi e alcuni appassionati scoglittiesi.

«Noi non ci arrendiamo – dice soddisfatto a fine partita il dirigente Salvo Iapichino – purtroppo si tratta di una stagione che si è guastata col tempo. Questi problemi legati alla salvezza non li avevamo messi in conto, ma tutto faremo tranne che sottrarci alle nostre responsabilità. La squadra deve lottare con tutta la grinta possibile, e oggi lo ha dimostrato, perché crediamo in questa salvezza e faremo il possibile per salvare la categoria. Con l’impegno di tutti possiamo farcela. Chiediamo soltanto questo ai nostri giocatori».

Anche il Canicattini ha sorpreso. La vice-capolista del campionato non è mai riuscita a creare delle trame di gioco pericolose o che in qualche modo potessero impensierire il portiere Mignacca. Soltanto un tiro dalla distanza (su palla inattiva) ha scheggiato la traversa, per il resto mai una conclusione, mai un pericolo. E abbiamo detto di uno Scoglitti non in condizione!

Per la cronaca, le azioni principali le costruisce la squadra di casa, che prima di risolvere con Bennice nella ripresa (perfetta l’esecuzione dal dischetto) spreca due gol già fatti con La Raffa. Troppo spaesati gli attaccanti di Guzzardi sotto porta che, in certe occasioni, sbagliano davvero l’impossibile. Ma ciò che contava alla fine era ottenere i 3 punti, e con questo successo meritato adesso si può pensare alla salvezza con maggiore tranquillità.