Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1175
VITTORIA - 04/03/2011
Sport - Calcio Eccellenza: i biancorossi restituiscono la visita ai «cugini»

Vittoria, un calcio alla crisi e 3 punti per mantenere la zona play off

Squadra in silenzio stampa e stipendi congelati. Parlano solo Vindigni e Barravecchia: «Servono un risultato positivo e sacrifici. Chi non ci sta libero di andare»
Foto CorrierediRagusa.it

Il derby tra Ragusa e Vittoria che ci apprestiamo a vivere offrirà tanti spunti interessanti in vista della volata finale in chiave playoff. Si tratterà di un incontro pieno di significati. Il Vittoria, ad esempio, se non fa risultato rischia grosso, perché l’ipotesi di smobilitazione del gruppo in caso di sconfitta diventa ora dopo ora sempre più insistente. Anche se non lo hanno espresso chiaramente, sia il direttore generale, Salvatore Barravecchia, che il presidente Carmelo Vindigni (gli unici con facoltà di parola dopo il silenzio stampa imposto a squadra e dirigenti) hanno fatto intuire tale possibilità: «La squadra – hanno detto i massimi dirigenti – deve fare almeno un risultato positivo. Perché la sconfitta ci allontanerebbe dai playoff e di conseguenza ci troveremmo costretti a rivedere tutti i nostri piani. Gli stipendi al momento restano fermi e così sarà fino a matematica qualificazione playoff. Queste sono le nostre condizioni, chi non si trova in linea potrà liberamente andar via».

Dunque lecito aspettarsi dalla parte dei biancorossi una prova di carattere, a meno che non si voglia rischiare il pericolo di andare tutti a casa. Ovviamente il Ragusa in casa non è il più semplice degli inconvenienti. In questo campionato gli azzurri di Vaccaro non hanno mai lasciato punti all’Aldo Campo. Dunque ci sarà da temere anche il fattore campo.

FORMAZIONE
Sul fronte formazione sono tutti disponibili in casa Vittoria. All’allenatore 
biancorosso Giovanni Campanella restano soltanto due giorni prima di decidere definitivamente 
quella che sarà la formazione da opporre al Ragusa di Corrado Vaccaro. Lasciato 
a riposo Cordaro nella gara casalinga di domenica scorsa (il giocatore era in 
diffida) sarà quasi scontato, dunque, il suo ritorno da titolare. Situazione 
questa che potrebbe costringere a lasciare fuori nuovamente Filippo Raciti, 
perché con il solito 4-3-3 di Campanella difficilmente verrà dato spazio anche 
all’ex giocatore ragusano. Eppure lasciarlo fuori in una partita così 
importante potrebbe risultare scelta alquanto azzardata. Raciti è in forma e 
poi sente moltissimo questa partita. Si tratta di fattori determinanti. Altro dubbio la scelta del portiere: Alonzo (under) o Aglianò? Qualora si decidesse 
di mandare in porta il giovane classe ’92, potremmo ipotizzare un più incisivo
4-3-1-2: Alonzo tra i pali; Vinci, Alderuccio, Nobile, Privitera (Lo Giudice) 
in difesa; Ciscardi, Truglio, Ardizzone (Patti se gioca Lo Giudice) e Raciti, 
con quest’ultimo a sostegno di Cordaro e Leone (Romeo). Fantacalcio?

Nella foto in alto, i due presidenti Carmelo Vindigni (sx) e Giuseppe Rimmaudo