Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1183
VITTORIA - 09/02/2011
Sport - Calcio coppa Italia: i biancorossi partono col piede sbagliato

Il Vittoria battuto dallo Scalea nella prima di coppa Italia

Sebbene in vantaggio numerico dal 5’ del primo tempo, i padroni di casa sono apparsi spuntati in attacco. Lo Scalea colpisce nella ripresa a un quarto d’ora dalla fine

VITTORIA – SCALEA 0 – 1
VITTORIA: Alonzo; Patti, Vinci, Truglio (15’st Dama) Alderuccio, Nobile, Privitera, Ciscardi, Romeo, Cordaro, Leone. A disp: Migliore, Giliberto, Ardizzone, Balestrieri, Raciti, D’Anna. All. Campanella.
SCALEA: Spingola, Oliva, De Miglio, Cassaro, Vitale (32’st Cambria) Barilari, Foderaro, Vanzetto (16’st Spataro) Longo, Amendola, Prete. A disp: Fedele, Sarro, De Caprio, Rosarnese. All. Viola.
MARCATORE: 36’st Prete
ARBITRO: Zanonato di Vicenza
NOTE: Espulso per comportamento non regolamentare De Miglio al 5’ del pt. Ammoniti Spingola (S) Leone (V), Patti (V) e Cordaro (V). Angoli 5-2 per il Vittoria. Rec. 2’ e 3’


Il Vittoria fa flop alla prima della fase nazionale di coppa Italia. In vantaggio numerico si fa battere in casa dalla formazione calabrese, brava a portarsi in vantaggio a un quarto d’ora dal termine con un gol di Prete nonostante la formazione ospite si trovasse in 10 uomini per l’espulsione di De Miglio avvenuta al 5’ del primo tempo.

Una gara in chiaroscuro, che il Vittoria ha giocato senza mordere eccessivamente in avanti. Lo Scalea, a causa dell’espulsione di De Miglio ha dovuto cambiare strategia e impostare la gara sulla tattica difensiva, nel corso della quale s’è messo in luce il quarantatreenne Vanzetto, uno dei migliori in campo.

Nel primo tempo il Vittoria ha espresso la supremazia territoriale andando al tiro più volte con Patti, Romeo, Vinci e Leone, ma i tiri dei biancorossi o sono stati centrali o fuori bersaglio. Nella ripresa, al 36’ Prete da fuori area sulla ribattuta ha tirato di contro balzo infilando all’incrocio dei pali.