Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 1002
VITTORIA - 08/12/2010
Sport - Calcio Eccellenza: il derby ibleo sorride ai padroni di casa

Un gol del ragusano La Vaccara castiga un S.Croce disorganizzato in campo

Senza strafare, il Ragusa ha vinto con merito contro una squadra che ha sbagliato l’approccio tattico
Foto CorrierediRagusa.it

Al cospetto di un Ragusa non trascendentale il S.Croce viene sconfitto con il minimo scarto subendo il gol ad inizio ripresa dopo un primo parziale molto equilibrato. La squadra di Vaccaro, è giusto precisare, che ha meritato la vittoria. Il S.Croce ha sbagliato l’approccio sia nella mentalità che nell’assetto tattico impostato da mister Digiacomo.

La formazione biancazzurra infatti ha sofferto di un certo pressapochi-smo tattico e forse di una disorganizzazione di gioco in cui la formazio-ne del presidente Agnello è ripiombata repentinamente con il pareggio esterno di Caltagirone, troppo frettolosamente archiviato come conseguenza del terreno di gioco in terra battuta. Il centrocampo santacrocese, diciamolo subito, deve essere rinnovato non tanto e non solo negli uomini ma nella mentalità. Non si può basare la costruzione del gioco più su Russo e Romeo, in forte calo tecnico il primo, in strana involuzione di prestazioni il secondo, ma ambedue artefici ad inizio di campionato di grandi numeri e di promettenti potenzialità. Con questo non si può dire che il S.Croce non abbia comunque un buon collettivo, ma con il Ragusa è stata pagata a caro prezzo l’incertezza tattica e una preoccupante incapacità di creare gioco.

Dalla sua il Ragusa è stato bravo a giocare sul raddoppio delle marca-ture, efficace nei contrasti a centrocampo e nello smorzare sul nascere le azioni di rilancio del S.Croce. Poco appariscente invece la formazione di Vaccaro è sembrata nello sviluppare un gioco chiaro e incisivo, soprattutto nel primo tempo, mentre nella ripresa è emersa solo per demerito degli avversari che per una sapiente costruzione delle manovre. Il gol ad inizio ripresa di La Vaccara ha incanalato la partita agonisticamente a favore del Ragusa, che avrebbe meritato il raddoppio solo per il forcing prodotto, sebbene clamorosamente impreciso nelle conclusioni.

Solo nel finale il S.Croce si è svegliato dal suo torpore aggredendo l’area avversaria ma sbagliando in continuazione e non impensierendo la difesa locale. Una sconfitta con il Ragusa ci può anche stare a patto che da domenica prossima il S.Croce, contro il Città di Messina in casa, ritrovi maggiore convinzione nei suoi mezzi, chiarezza tattica e continuità di rendimento in campo. Non completamente delusi i tifosi biancazzurri che, quasi un centinaio, hanno seguito questo derby ibleo. Hanno evidentemente visto il bicchiere … mezzo pieno, seppur con la sconfitta. Beati loro!

Nella foto in alto, un´azione del derby all´Aldo Campo