Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 463
VITTORIA - 14/11/2010
Sport - Calcio Eccellenza: dopo partita all’insegna del fair play

Calcio: Dopopartita Vittoria-Ragusa, le interviste dei protagonisti

L’allenatore Campanella chiede scusa al pubblico per la dura reazione avuta verso un tifoso. Il presidente Rimmaudo: «Complimenti al Vittoria, ma noi siamo stati sfortunati. C’è qualche sbavatura che devo affrontare con la squadra». Il presidente Vindigni: «Ha vinto il Vittoria con merito, ma anche lo sport e il pubblico»
Foto CorrierediRagusa.it

Il fair play fra Vittoria e Ragusa continua anche negli spogliatoi. Perché il Vittoria gioisce controllandosi e il Ragusa accetta la sconfitta con grande dignità. I riflettori sono tutti per Bruno, l’ex di turno che ha condannato il Ragusa. «Mi aspettavo un gol -dice l´atleta- ma non la doppietta. Ho provato una grande emozione e tanta gioia».

Anche se il punteggio è eccessivamente pesante per gli uomini di Giuseppe Rimmaudo (nella foto a sinistra accanto a Giovanni Vindigni, presidente del Vittoria), il presidente non tradisce la calma: «Bella partita- esordisce - complimenti al Vittoria che ha tenuto bene il campo. E’ stata una squadra attenta, aggressiva. Riconosco i meriti dell’avversario, ma noi siamo stati sfortunati. Sull’uno a uno abbiamo mancato il gol con La Vaccara a tu per tu dal portiere e il Vittoria ci ha punito con le altre due reti. Nessuna sbavatura nella mia squadra? Qualcosa non va, ma di questo parleremo in settimana nei nostri spogliatoi. Crediamo ancora nell’alta classifica».

Il presidente del Vittoria gli fa eco. «Partita giocata all’insegna dello sport vero. Perfetta, anche il pubblico s’è comportato benissimo. Abbiamo vinto, credo con pieni meriti».

Per Giampiccolo, direttore sportivo del Ragusa, la squadra azzurra «ha regalato 3 gol al Vittoria, che è stato bravo ad approfittare in 3 occasioni. Il Ragusa, purtroppo, ancora una volta ha dimostrato la debolezza fuori casa. C’è qualcosa che non va e dobbiamo porvi rimedio».

Esce Giovanni Campanella, autore di un gesto di reazione nei confronti di un tifoso che tutto lo stadio ha biasimato. Più che parlare del successo, il tecnico esordisce chiedendo scusa. «Chiedo scusa pubblicamene al tutto il pubblico. Mi sono abbandonato ad una reazione spropositata, oltre al normale, in un giorno che ha visto trionfare lo sport». Il tecnico ha reagito agli insulti di un tifoso a cui non sono piaciute le sostituzioni nel secondo tempo. «Mi si accusa di perseguire sempre il 4-3-3, stavolta dopo il gol del successo ho rimesso il 4-4-2 e sono stato di nuovo criticato. Ma questo non autorizza la reazione che ho avuto».

Sulla gara Campanella evidenzia le tante occasioni avute dal Vittoria nella ripresa, puntualmente mancate da Cordaro e Caputa. «Il successo credo che ci stia tutto». E a chi ricorda perché non mette in campo Boemia, il tecnico risponde che il giocatore di mattina, rispetto agli altri atleti, non si allena perché va a lavorare.

Sotto, le foto che documentano il derby. CLICCATECI PER INGRANDIRLE

capitani di Vittoria e Ragusa, rispettivamente Nobile e Raciti Da sx il presidente del Vittoria Giovanni Vindigni e l´assessore allo sport di Ragusa  Ciccio Barone