Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 884
VITTORIA - 21/09/2010
Sport - Calcio Eccellenza: i biancorossi si preparano alla sfida di domenica contro i peloritani

Calcio: Vittoria, la capolista prepara il delicato test Messina. Match clou

Si respira l’aria delle grandi sfide. Padroni di casa senza Nobile e Romeo squalificati. Boemia, Settecase e Implatini in campo dall’inizio?
Foto CorrierediRagusa.it

In attesa della match clou di domenica prossima contro il Città di Messina, il Vittoria si gode in piena solitudine il primo posto della classifica conquistato appena tre giorni fa a Caltagirone. Un risultato che arriva a fronte di una partenza sprint, esattamente come una stagione fa, quando i biancorossi, allora allenati da Loreno Cassia, riuscirono a vincere le prime tre partite di fila.

Il tempo per i paragoni, però, è ancora lontano, così come è presto il tempo per fare primi calcoli e avventati pronostici. Ma un dato è certo: il Vittoria gioca e vince candidandosi sempre di più a recitare un ruolo di primo piano in Eccellenza. Meriti (dovuti) a parte, è importante che la squadra continui almeno per il momento a mantenere un profilo di equilibrata modestia, senza cadere nella trappola dell’abbaglio.

L’esperienza passata ne è la prova lampante; ecco perché continuare con i piedi per terra questo ambizioso cammino non potrà far altro che giovare all’intera società. Ma di continuo, adesso, c’è solo il campionato, con una gara d’alta classifica già in programma per il Vittoria domenica prossima. Ed il Città di Messina, prossimo avversario al Comunale, sarà un osso duro per la compagine allenata da Giovanni Campanella, allenatore catanese che alle parole preferisce rispondere con i fatti. Mancheranno Nobile e Romeo per squalifica rimediata da entrambi a Caltagirone; assenze pesanti considerando l’idea che sia il primo che il secondo fanno capo ai migliori reparti della squadra biancorossa.

Di necessità virtù, quello che dovrà compiere, dunque, Campanella, inserendo probabilmente Boemia a fianco di Alderuccio in difesa e lanciando Implatini dal primo minuti in avanti. La novità, invece, potrebbe riguardare l’impiego di Settecase in mezzo al campo in sostituzione di Carmelo Privitera, chiamato in estate per dare una marcia in più al centrocampo e che invece, finora, non ha rispettato le attese. Ma c’è ancora tempo per provare in settimana idee e schemi, nonostante tali scelte sembrerebbero al momento le più logiche.

Assenze si importanti, ma che non cambieranno di una virgola gli obiettivi del Vittoria. Anche contro il Messina i biancorossi cercheranno di vincere la partita, così come sostiene il presidente della società Carmelo Vindigni: «La squadra è chiamata a dare sempre il massimo in ogni occasione. Sono soddisfatto per questo inizio esaltante e così convincente. E’ ovvio che il campionato è ancora lungo, ma se dovessimo vincere anche domenica le prospettive potrebbero cambiare in positivo».

(nella foto in alto, il presidente Vindigni al centro fra il sindaco Giuseppe Nicosia e il deputato regionale Carmelo Incardona il giorno del debutto)