Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 788
VITTORIA - 12/09/2010
Sport - Calcio Eccellenza: esordio positivo dei biancorossi di Campanella

Calcio: buona partenza del Vittoria che batte un tenace Giarre per 1-0

Romeo si ripete, dopo il gol di Caltagirone fa centro nella ripresa su assist di Cordaro. Un Vittoria tonico e un Giarre poco pungente in attacco
Foto CorrierediRagusa.it

VITTORIA- GIARRE 1-0

VITTORIA: Alonzo, Bruno (22’ st Pantè), Vinci, Carmelo Privitera, Alderuccio, Nobile, Caputa (22’ st Implatini), Santo Privitera, Romeo, Cordaro (33’ st Patti), Palazzolo. All. Campanella. A disp.: Aglianò, Ardizone, Settecase, Boemia.

GIARRE: Colonna, Curcuruto, Spataro, Gaggeci, Lo Coco, Parisi, Barbagallo (22’ st Anastasi), Patti, Di Prima, Leone, Messina (10’ st Bonanno). All. Mirto. A disp. Bonaccorsi, Sangrigli, Gentile, Patanè, Napoli.

ARBITRO: Schillaci di Enna

Rete: 26’ st Romeo

Note: festa a inizio gara con il sindaco Guseppe Nicosia e il deputato Carmelo Incardona, l’assessore provinciale Salvatore Minardi a centrocampo per sottolineare la vicinanza alla squadra. Ricordato dalle autorità l’ultras Turi Ottone, il ragazzo morto il 2 gennaio del 1999. Ammoniti Vinci, Nobile e Privitera per il Vittoria; Curcuruto e Anastasi per il Giarre. Angoli 8-6 per il Giarre.


Vittoria e Giarre, due blasonate in Eccellenza. Hanno onorato il gioco del calcio dandosi battaglia dal primo al 96’. Ha vinto il Vittoria con pieno merito, ma il Giarre non è squadra sprovveduta. Il Vittoria ha cercato il successo senza un attimo di sosta, vincendo di misura (gol di Romeo nella foto) solo perché nel primo tempo è stato sfortunato quando ha colpito due volte i legni della porta di Colonna. Entrambe le volte con Santo Privitera.

Due occasioni pulite per andare in gol, ma anche altri tiri pericolosi di Cordaro, un fantasista d’attacco di altissima qualità che dovrebbe dialogare di più con i compagni di reparto. Insomma, un Vittoria tonico, sceso in campo con il morale alto dopo il superamento del turno di Coppa Italia, e divenuto altissimo grazie a questa buona partenza in campionato contro una squadra che sarà difficile da battere per tutti.

Ben registrata la difesa, capace di tenere in «gabbia» l’ex Ciccio Leone, a cui sono stati concessi pochi palloni da giocare e neanche un tiro in porta; pungente il trio offensivo Caputa, Cordaro e Romeo; da rivedere il centrocampo, che deve essere il vero collante tra difesa e attacco e sicuramente più mobile e meno prevedibile nella manovra.

Prosit per Romeo, un vero panzer d’aria di rigore. Punge al momento giusto e fa male. Secondo gol in due partite. Di pregevole fattura quello col Giarre. Cordaro riceve sulla destra, vede il taglio del compagno e lo serve in verticale; facile per il neo-acquisto biancorosso Romeo deviare in rete. E gli ospiti? Solo un paio di occasioni per segnare, quando il Vittoria ha aperto bocca per respirare, ma Leone e company hanno fatto cilecca proprio davanti ad Alonzo.