Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 980
VITTORIA - 22/08/2010
Sport - Sport vela: l’iniziativa di un gruppo di privati rivitalizza un tratto di spiaggia della Lanterna

Il Circolo Anemos di Scoglitti ha creato l’amore per la vela

Il presidente Fanio Di Martino fa proseliti. «Non siamo in concorrenza con nessuno. Niente motori e remi, solo vela.
Foto CorrierediRagusa.it

Via col vento. Il Circolo velico Anemos ha svegliato la riviera Lanterna. Lontano dal frastuono del beach soccer, al riparo dagli assordanti decibel che rumoreggiano lungo la costa, c’è un tratto di spiaggia dove basta un alito di vento per uscire in mare aperto, accarezzare la superficie dell’acqua e riappacificarsi con la natura.

A vele spiegate, di fiocco e di randa, da levante e da ponente, è possibile concedersi un’ora di pausa mentale per poi rimettere i piedi a terra. La costa e il cemento imbruttiti dal cattivo gusto dell’uomo e dall’incuria li vedi a un miglio dalla battigia, dal faro a Costa Esperia; se volgi lo sguardo all’orizzonte, invece, immagini la lussuriosa Malta e le spiagge nordafricane, con servizi più o meno come le nostri ma selvaggiamente belle.

Il Consiglio direttivo è formato da Fabio Di Martino (presidente), Lino Di Rosa (vice) , Pinella Stracquadaino segretaria, Silvo Scavone, Stefania Causarano, Giorgio Pluchino, Giuseppe Pluchino, Stefano D’Amico, Antonio Lodico.

«All’inizio ci hanno guardato con sospetto, ora sembrano entusiasti della nostra idea che ha colmato un vuoto che durava da tempo- dice il tesoriere Silvio Scavone». La finalità caratterizzante del Circolo è costituita non solo dalla sua funzione di aggregazione sociale, ma anche e soprattutto di diffusione della pratica sportiva della vela presso i giovani con corsi di istruzione ed incentivazione all’esercizio quotidiano della vela stessa, nella varie specialità, barca a vela con deriva, catamarano, windsurf, kytesurf, canoa. «La nostra prospettiva –afferma il president e Fabio Di Martino (nella foto in alto) è di radicare e consolidare nella vita quotidiana, soprattutto dei giovani, la coscienza di un rapporto armonico e di rispetto con il mare. Saranno, perciò, organizzate regate veliche locali e partecipazione alle regate proposte dagli altri circoli velici del territorio ibleo e della Sicilia».