Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1421
SCICLI - 04/09/2012
Sport - Calcio: il passaggio del turno in Coppa Italia dà fiducia all’ambiente rossoblù

Mercato Modica: arriva Seby Sapienza, se ne va Costanzo

L’ex ragusano è un centrale difensivo di tutto affidamento e sarà pronto per l’avvio del campionato Foto Corrierediragusa.it

Seby Catania si gode il passaggio del turno ma guarda soprattutto avanti. Dice il tecnico: «Contro il Comiso siamo andati bene, sono contento che finalmente tutti gli attaccati siano andati a rete ma guai a rilassarsi. Non abbiamo ancora fatto niente ed il campionato è davanti a noi. Sarà il nostro banco di prova. Per il momento dico bravi ai miei ragazzi e spero che continuino così. In casa Modica sono intanto maturate alcune novità.

Da oggi si è aggregato alla comitiva Seby Sapienza (foto), centrale difensivo, lo scorso anno al Ragusa. Il giocatore ha definito l’accordo con il presidente Piero Cundari e si è messo a disposizione del tecnico. Ha lasciato il Modica invece il centrale Costanzo che ha preferito cambiare casacca. Brutte notizie invece per Carlo Sella che dovrà stare fermo due mesi per il brutto infortunio alla caviglia rimediato una settimana fa a Comiso.

Il giocatore ha fatto le radiografie e dovrà restare fermo. «E’ un brutto colpo per noi – dice Seby Catania – Spero di recuperarlo alla fine del prossimo mese». In società intanto tiene banco la discussione sulla disponibilità di un campo dove potere disputare le prime gare di campionato. Il presidente Cundari ha ottenuto la gestione del Polisportivo della Caitina per venti anni ma per rimettere in sesto il terreno di gioco ci vogliono almeno due mesi per cui il Modica dovrà necessariamente emigrare verso altri campi della provincia a cominciare da Scicli. Una vera e propria mazzata che ha provocato già le prime proteste dei tifosi. Per la squadra è un duro colpo e Seby Catania dovrà fare di necessità virtù.

E´ successo domenica:

Modica - Comiso: 5 – 1
Marcatori: 16’ pt Filicetti, 20’ pt Intagliata, 12’st’ Di Bona, 26’st’ Sow, 35’st’ Cinnirella, 45’st Messina.

Modica: Tarantino 7, Teriaca 6, Virgadaula 6 (11’st’ Sammito 6), Sangiorgio 6, Lupica 6, Paolino 6, Di Bona 6 (20’st’ Messina 6),Privitera 6, Sow 6 (41’st’ Buscema sv.). Filicetti 7, Intagliata 7. All. Catania.

Comiso: Occhipinti 5, Sferrazza 5, Ravalli 6, Giudice 5, Rotondo 6, Conti 5, A. Tumino 5 (34’ st’ Terranova 5) , Cassibba 6, Cinnirella 6, Gurrieri 6, Mascara 5 (20st’ Scariolo 5). All. Carbonaro

Arbitro: Scarciotta di Caltanissetta 6.


Il Comiso si arrende ad un Modica più tecnico e soprattutto più motivato. C’è stata partita solo nel primo tempo poi i verdearancio di Carbonaro hanno mollato anche se Cinnirella è stato l’ultimo dei suoi ad arrendersi. Alla fine passa il Modica che manda in gol tutti i suoi attaccanti e fa ben sperare il tecnico Seby Catania.

E’ stata infatti la scarsa capacità realizzativa a caratterizzare la squadra nel recente passato ma la prova contro il Comiso fa ben sperare. Si è giocato sul neutro di Scicli per via dell’indisponibilità di un terreno di gioco a Modica ed in attesa che la società si attrezzi.

Il Modica è stato seguito da uno sparuto numero di tifosi ma la risposta dei rossoblù è stata buona. Difesa solida, un Tarantino sicuro ed un attacco in vena sono le note positive della giornata. Il Comiso è stato evanescente anche se ha lottato nel primo tempo e Cassibba ha sfiorarato il gol del pari al 23’. Poi il Modica ha ripreso in mano le redini del gioco e non c’è stato nulla da fare. Ci ha pensato capitan Filicetti a sbloccare la gara cvon un tiro dei suoi da fuori. Al 20’ Intagliata conquista palla e laa piazza nenn’nagolo dove Occhipinti non può arrivare. Finisce il tempo ma il Modica comincia a macinare gioco.

Al 12’ Di Bona controlla il lancio di Privitera e batte Occhpinti. Poi è la volta del senegalese Sow che di piatto chiude un’azione in linea. Al 35’ Ravalli conquista palla a centrocampo lancia Gurrieri che serve Cinnirella per il gol della bandiera. Tocca al neo entrato Messina chiudere il conto con il quinto gol dei rossoblù.