Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 16 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:14 - Lettori online 748
SANTA CROCE CAMERINA - 29/03/2017
Sport - Calcio, Promozione: i biancazzurri di Lucenti "bestia nera" del Città di Ragusa

S. Croce, ora servono 3 vittorie per arrivare ai play off

Ambiente ringalluzzito dopo il successo nel derby ma non bisogna cullarsi Foto Corrierediragusa.it

E’ bello il risveglio per il Santa Croce dopo la vittoria che la formazione biancoazzurra ha inflitto sabato alla capolista Città di Ragusa. Aver battuto la compagine che per tutto il campionato è stata in testa proprio fino a sabato, dopo che all’andata l’aveva costretta all’unico pareggio in casa dopo una serie continua di vittorie, fa sognare tutto l’ambiente e dato la sensazione che si possono ancora raggiungere traguardi ritenuti impensabili solo fino a un mese fa.

E’ soddisfatto ma con i piedi per terra il tecnico biancoazzurro Gaetano Lucenti: «Con la vittoria di sabato abbiamo fatto un altro passo verso il nostro obbiettivo stagionale – ha rimarcato il tecnico del Santa Croce - Adesso mancano gli ultimi tre obbiettivi che saranno ancora più difficili da fare (tre vittorie in altrettanto gare, ndc), in quanto dobbiamo confermare quello che di buono abbiamo fatto vedere durante la partita di sabato sotto l´aspetto della prestazione e soprattutto perché, come ho già dichiarato precedentemente, abbiamo solo un risultato – la vittoria - se vogliamo che il nostro sogno continui. Abbiamo affrontato una grande squadra di due spanne superiore alle altre sotto l´aspetto di qualità tecnica individuale – rileva Lucenti - ma è sotto gli occhi di tutti che abbiamo interpretato la gara come nel nostro Dna, con cattiveria agonistica, pressing ed un minimo di organizzazione, non disdegnando qualche fraseggio per allentare il ritmo. La partita è stata decisa da tre episodi – ammette il tecnico biancoazzurro - però nel complesso all´interno ci sono state anche giocate interessanti dall´una e dall´altra parte. Faccio un grosso «in bocca al lupo» – è l’augurio di Lucenti - al Città di Ragusa per il prosieguo del campionato con la speranza da parte mia magari che si giochi il primo posto fino alla fine. In caso contrario, mi auguro di giocare una finale play-off tutta iblea».