Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 12 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 19:32 - Lettori online 870
SANTA CROCE CAMERINA - 24/03/2017
Sport - Calcio, Promozione: si gioca sabato al "Kennedy, mobilitate le due tifoserie

Tra S. Croce e Ragusa vietato perdere per non farsi male

Tanti ex in campo, tra i padroni di caso rientrano Greco ed Annese Foto Corrierediragusa.it

Sarà più di un derby Santa Croce – Città di Ragusa che si disputerà sabato con inizio alle ore 15 al «Kennedy» con una cornice di pubblico che si prevede molto numerosa per la mobilitazione delle rispettive tifoserie. La posta in palio è enorme per ambedue le squadre. Il Santa Croce ha l’obbiettivo di cercare di rimanere nei play off e per fare questo ha bisogno necessariamente dei tre punti per non essere distanziata dalla terza in classifica di dieci punti, situazione che la condannerebbe a non disputare gli spareggi di fine campionato per accedere in Eccellenza. Il Città di Ragusa, dopo la sconfitta pesante in casa con l’Atletico Catania, ha bisogno anch’essa dei tre punti per rimanere in testa alla classifica e respingere l’assalto delle due formazioni catanesi inseguitrici che le potrebbero compromettere la promozione diretta. Ecco quindi l’importanza di questa gara che rappresenta forse la partita decisiva del campionato per entrambe le formazioni.

Il tecnico biancoazzurro Gaetano Lucenti (foto) ne è cosciente: «La settimana scorsa ho dichiarato – osserva il tecnico ragusano - che se vogliamo arrivare a disputare i play-off matematicamente dovevamo fare quattro vittorie ed un pareggio. Il pareggio (lo 0-0 di domenica scorsa fuori casa contro il Città di Catania, ndc) purtroppo lo abbiamo fatto quindi ci resta solo un risultato nelle prossime quattro partite. Sappiamo che non sarà per nulla facile – è la realistica considerazione di Lucenti - ma noi ce la metteremo tutta anche se sarà stimolante giocarsi la stagione in un derby d´alta classifica. Troveremo una squadra per aver perso lo scontro diretto – è il commento del tecnico del Santa Croce - ferita e assetata di punti che verrà solo per un risultato, i tre punti. Per contro però troverà noi che stiamo inseguendo un sogno dalla prima giornata di campionato, che per quasi tutto il girone d´andata abbiamo viaggiato a braccetto con le prime tre, superato tanti ostacoli che sembravano insormontabili e quello di sabato è il primo degli ultimi quattro che ci potrà permettere di coronare il nostro sogno. Quindi grande rispetto per la capolista e che vinca il migliore almeno per questa partita».

Dello stesso avviso è il direttore generale del club biancoazzurro Claudio Agnello. «La squadra è chiamata a riscattare il mezzo passo falso col Città di Catania – osserva Agnello - e una vittoria potrebbe rilanciarci. Affrontiamo – ammette - la squadra più quotata del campionato e quindi servirà massimo impegno agonistico. Nonostante la differenza in classifica – rileva il dg biancoazzurro - penso possa essere una gara aperta, dal risultato imprevedibile nonostante gli apparenti sfavori del pronostico. Indipendentemente dall´esito della gara mi auguro di assistere ad una bella giornata di sport all´insegna della sana competizione. Contiamo – è l’auspicio di Agnello - di poter riempire lo stadio di tanti appassionati e di far valere il fattore campo sugli avversari». Quasi tutto l´organico del Santa Croce è a disposizione del tecnico tranne il difensore Greco ancora fermo per infortunio. Ci sarà la probabile convocazione del portiere titolare Annese, ormai sulla via del pieno recupero.