Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1048
SANTA CROCE CAMERINA - 27/09/2016
Sport - Calcio, Promozione: si gioca oggi alle 15.30 al Kennedy la gara di andata

Tra S. Croce e Città di Ragusa è tempo di Coppa, sfida tra ex

Tra gli azzurri ospiti La Vaccara farà riposare qualche "senatore", S. Croce senza Messina Foto Corrierediragusa.it

Da un esame all’altro. Il Santa Croce dopo aver superato il forte Sporting Trecastagni, dato prova di grande forza tecnica e di gioco conquistando il secondo posto in classifica ed essersi accreditata ormai definitivamente come compagine fra le grandi del girone, avrà un altro esame importante. Mercoledì la formazione di Lucenti, nel secondo turno di Coppa Italia, affronterà in casa al «Kennedy», (inizio 15,30), il Città di Ragusa di La Vaccara, altro ex della partita perchè è stato sia giocatore sia tecnico camarinense (foto). Il Città è primo in classifica in Promozione, con un punto in più del Santa Croce e fresco di un rotondo successo per 9-0 in casa del Mascalucia. Il buon andamento però sia del Santa Croce che del Città di Ragusa, l’atmosfera di derby e il fascino della Coppa Italia sono degli ottimi cartelli di presentazione della sfida che, sebbene infrasettimanale, non mancherà di richiamare il pubblico delle grandi occasioni nell’impianto santacrocese.

Per l’occasione la società dei presidenti Agnello e Micieli ha indetto la «Giornata biancoazzurra» organizzata per richiamare allo stadio molti tifosi per l’evento. La squadra dovrebbe essere al completo nonostante siano in dubbio Giarrizzo, Castania e Scudera per acciacchi vari. Mancherà definitivamente l’attaccante Messina. La società infatti, proprio oggi, ha comunicato la rescissione della collaborazione con il centravanti, ufficialmente per motivi «personali». Pare che il ragazzo non si sia adattato a giocare a Santa Croce per motivi del tutto estranei all’ambiente della squadra e della società. La dirigenza del Santa Croce, si fa sapere dalla società, sta sondando delle alternative nelle liste degli svincolati per sostituirlo. Per la gara di mercoledì il tecnico Lucenti è lucido nella sua disamina: «Partita difficile per due motivi –ammette il tecnico– perché incontriamo una grande del torneo e perché è un derby. Entreremo in campo comunque con la consapevolezza di essere cresciuti in questo mese e mezzo e quindi giocheremo con le stesso entusiasmo e determinazione che ci hanno caratterizzato negli ultimi risultati positivi, tenendo conto, tuttavia, che queste sono partite che si giocano sui 180 minuti».

In casa Città di Ragusa Calogero La Vaccara conferma la disponibilità di tutti gli elementi anche se è probabile che farà riposare qualche "senatore" come Bonarrigo, altro ex, e Conti per dare spazio alle seconde linee in vista anche del´impegno di sabato in campionato. La società tiene comunque ad andare avanti in Coppa anche perchè la vittoria finale apre le porte dell´Eccellenza in modo diretto.

Intanto la società ha ufficializzato l’organigramma societario. Tra le riconferme c’è il duo presidenziale formato dallo storico presidente Marco Agnello e dal copresidente Giuseppe Micieli, già alla sua seconda stagione come massimo esponente societario. Alla direzione generale confermata la presenza di Claudio Agnello, alla sesta stagione consecutiva. Quest’ultimo sarà affiancato da Fabio Fichera nel nuovo ruolo di responsabile alla comunicazione. Nel consiglio direttivo entrano Pierino Bellassai e Alfonso Parisi. Nuovi incarichi anche per Giovanni Dipasquale, che sarà il responsabile alla sicurezza e Ivano Dimartino che svolgerà, oltre al ruolo di responsabile della Scuola Calcio, anche quello di collaboratore nello staff della prima squadra. Segretario Generale della Scuola Calcio sarà Giusi Carratello, che, al fianco del direttore generale, avrà il compito di seguire più da vicino tutte le attività e le fasi burocratiche delle attività giovanili di base.