Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 649
SANTA CROCE CAMERINA - 17/08/2016
Sport - Calcio, Promozione: la società cerca ancora un regista e la terza punta

S. Croce giovane: Messina e Scudera tandem d´attacco

Allenamenti in corso agli ordini del tecnico che ha provato un modulo 3.5-2 Foto Corrierediragusa.it

Il Santa Croce di Promozione prende forma. L’ultimo tassello, dopo gli acquisti dei cinque «pezzi da novanta» Alma, Iozzia, Pianese, Messina e Guarino della settimana scorsa, è quello di Simone Spadola, un «under» in quanto classe ’98, centrocampista, proveniente dalla Modicanese. Subito dopo l’arrivo di Spadola, la dirigenza del S.Croce ha avuto il piacere di riprendere in squadra Giorgio Baeli, un giovane locale del ’98, centrocampista esterno, che è stato salutato alla stessa stregua di un colpo di mercato in quanto il ragazzo, cresciuto nel vivaio della società biancoazzurra, lo scorso campionato ha avuto la sua consacrazione della promozione in prima squadra dove ha disputato un ottimo campionato. Baeli, a fine stagione scorsa, si era disimpegnato preferendo altri obbiettivi, ma, dopo una decisione delle ultime settimane, è tornato in squadra accolto con grande entusiasmo dalla società biancazzurra perché, in un sol colpo, ottiene un «under» di pregio e un titolare già rodato e che fa allo scopo del modulo del tecnico Gaetano Lucenti (foto).

Nel 3-5-2, modulo tattico sul quale vuole puntare appunto Gaetano Lucenti, questi due juniores nuovi arrivati, Spadola e Baeli, potranno coprire le fasce esterne di centrocampo, inserendosi a pennello nel progetto dell’allenatore ragusano che ha già due valide pedine, Hydara e Iozzia, a centrocampo. Il quinto del reparto potrebbe essere Nunzio Castania, classe ’94, lo scorso anno al Macchitella Gela, che si sta allenando da tempo con il Santa Croce e per il quale si aspetta solo la firma. Con la squadra si sta allenando pure un altro giovane locale, Adriano Tumino, classe ’96, regista di centrocampo, che è tornato anch’egli in squadra destando una buona impressione nel tecnico in questi primi quindici giorni di preparazione. La società però per questo ruolo cerca un elemento di esperienza proveniente da fuori provincia che possa dare subito un apporto basato sui lanci lunghi per le punte. La dirigenza biancoazzurra è in cerca anche di una terza punta, dopo Messina e Scudera, un elemento funambolico e di fantasia, veloce e opportunista che faccia da alternativa alle due punte già ufficializzate. Moduli tattici alternativi consentiranno al giovane di colore Silva, già lo scorso anno in squadra dove ha disputato un campionato in crescendo, di trovare spazio sia come quarto difensore che come centrocampista di fascia. Altro elemento che si sta allenando con il Santa Croce è un altro giovane di colore, Ibrahim Guyete, classe ’94, centrocampista, che sta impressionando molto favorevolmente sia il tecnico che i dirigenti biancoazzurri che seguono con Lucenti la preparazione della squadra. Per lui si deve aspettare però almeno un mese per il tesseramento. Un Santa Croce insomma che sta formando una rosa di oltre venti elementi, compresi gli «under» che sembra promettere bene. Se si realizzano i due «colpi» di mercato del regista e della terza punta, il Santa Croce edizione 2016/17 potrà puntare anche in alto e comunque disputare un campionato di vertice.