Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1080
SANTA CROCE CAMERINA - 03/04/2016
Sport - Calcio, Promozione: gara condizionata dal forte vento al "Kennedy"

S. Croce di misura sull´Aragona con gol di Iurato

Le due squadre hanno concluso in condizioni di inferiorità numerica per 3 espulsioni Foto Corrierediragusa.it

SANTA CROCE – ARAGONA 1 – 0
Marcatore: 38’st Iurato

SANTA CROCE: Annese, Jatta, Buscema A., Hydara, Cassibba, Basile, Campo (16’st Baeli), Buscema D., Adamo (33’st La Vaccara), Incardona (51’st Carnazza), Iurato. All.re La Vaccara.


In una gara condizionata dal forte vento di scirocco che stava quasi per livellare i valori in campo, il Santa Croce è invece riuscito ad avere la meglio sul modesto Aragona, che per nella parte iniziale del campionato aveva sfoderato importanti ambizioni ma che, nel prosieguo, ha portato al ribasso le mire iniziali. Eppure all’andata se non fosse stato per un super gol del gambiano Silva il Santa Croce avrebbe perso la gara e avrebbe dato i tre punti ad una formazione che la compagine biancoazzurra avrebbe potuto surclassare anche allora. Colpa dell’andamento bizzarro del campionato da parte dell’undici allenato da La Vaccara che ha impresso alla sua stagione i caratteri dell’incompiuta, visto il potenziale dell’organico e la qualità della società. La gara contro i modesti agrigentini è trascorsa senza grandi emozioni per tutti i novanta minuti con gli ospiti molto nervosi e in cerca di almeno un punto in quanto in lotta per non retrocedere e i locali che badavano a controllare la gara e al momento opportuno piazzare la zampata vincente con un gran gol di Iurato dalla lunga distanza quando l’Aragona era in nove uomini per l’espulsione di Spina e Di Bella e il S.Croce in dieci per l’espulsione di Damiano Buscema.