Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 839
SANTA CROCE CAMERINA - 25/02/2016
Sport - Calcio: i due recuperi della 7ma giornata di ritorno non sorridono alle iblee

S. Croce svogliato, Ravanusa vince. Marina Ragusa battuto

Per gli uomini di La Vaccara non basta invocare le assenze di tre titolari Foto Corrierediragusa.it

Ravanusa-S.Croce: 3 – 1

S. Croce: Annese, Campo, Buscema A. (35’st Silva), Puglisi, Cassibba (10’st La Vaccara), Basile, Hydara (1’st Domicoli), Buscema D., Adamo, Incardona, Gravina. All.re La Vaccara

Arbitro: Geraldi di Agrigento.


Un Santa Croce svogliato e inconcludente perde malamente fuori casa a Ravanusa la gara di recupero della settima giornata di ritorno che era stata rinviata lo scorso 14 febbraio per impraticabilità del campo agrigentino. Contro il Ravanusa, squadra che sta lottando per la salvezza, che era stata battuta all’andata per 3-0, la formazione biancoazzurra cede di schianto senza combattere e giocare come ha fatto almeno fino a tre settimane fa. Non sono motivi validi le assenze di Arena, Jatta e Iurato in quanto la squadra non ha mostrato la giusta tensione agonistica e la qualità tecnica che l’ha accompagnata durante il campionato. Un primo tempo senza infamia e senza lode è stato segnato però dall’ingenuità difensiva che ha consentito al Ravanusa di portarsi in vantaggio nel finale di frazione. Nella ripresa la formazione agrigentina ci ha creduto di più dell’undici biancoazzurro che ha faticato non poco a riordinare le idee e a rendersi concreto nel gioco. Un aiutino da parte del direttore di gara a favore della squadra agrigentina ha portato al rigore per i padroni di casa che hanno messo il risultato sul 2-0 e poi chiusa la gara con il gol del 3-0. A pochi minuti dalla fine La Vaccara ha segnato la rete della bandiera quando ormai la gara era compromessa.

Con questa sconfitta il Santa Croce potrebbe aver compromesso le mire di entrare nei play off, sebbene la matematica non decreta questo risultato negativo per l’undici biancoazzurro che anzi deve adesso badare a non scivolare troppo nelle zone di bassa classifica visto che da ora in avanti affronterà formazioni che lottano per tenersi lontane dai play out o che lottano per la salvezza. Lo scoramento per un probabile mancato ingresso nei play off può giocare un brutto scherzo al Santa Croce e già da domenica, nella gara interna contro il Macchitella Gela, la compagine allenata da La Vaccara deve trovare il ritorno alla vittoria per non compromettere il finale di stagione e sperare in di rientrare nella lotta per i play off.

Canicattì-Marina di Ragusa:4-0
Marcatori: 15’ pt Cambiano, 36’pt Falsone, 10’st Falsone, 20’st Martino

Marina di Ragusa: Sisino, Grimaldi, Iapichino (30´st Carnemolla G), Carnemolla L. (15´st Scribano), Strada, Gona (1´st Scalone), Benvenuto, Occhipinti, Dipasquale, Leone, Iapcihino S.


Quaterna secca sul groppone del Marina . Il Canicattì rifila due gol per tempo e consolida il quarto posto in classifica. Il Marina ha retto poco o nulla anche per le assenze nei vari reparti. Partita dunque segnata già nel primo tempo quando dopo 15’ gli agrigentini vanno in vantaggio con Cambiano che interviene su punizione di Settecase mette dentro sul secondo palo. Prima del riposo va in rete Falsone, figlio del tecnico del Canicattì, imbeccato ancora da Settecase. In mezzo solo un’occasione per Dipasquale, che si presenta davanti a Sarcuto che smanaccia fuori. Nella seconda frazione ancora i gol Falsone per la sua doppietta personale e chiude Martino a conclusione di un’azione in linea. Marina non pervenuto nel secondo tempo anche a causa dell´inferiorità numerica per l´espulsione di Grimaldi e con la testa già alla trasferta di domenica a Ravanusa.