Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1140
SANTA CROCE CAMERINA - 31/01/2016
Sport - Calcio, Promozione: per la squadra di La Vaccara è il quarto pareggio di fila

S. Croce coraggioso a Canicattì, il pari arriva in extremis

Nonostante l’inferiorità numerica Domicoli è riuscito a pareggiare la gara contro i forti padroni di casa Foto Corrierediragusa.it

Canicatì-S. Croce: 1-1
Marcatori: 1’st Pirrotta, 45’st Domicoli

S. Croce: Annese, Baeli, Silva, Puglisi, Basile, Cassibba (40’st La Vaccara), Criscione, Hydara, Adamo (27’st Domicoli), Arena, Incardona (27’st Jatta). All.re La Vaccara.

Arbitro: Nanfa di Palermo
Note: Espulso al 17’st Basile. Ammoniti Criscione e Annese.

Acciuffa il pareggio e un punto prezioso il Santa Croce al 90’ grazie ad un pregevole gol di testa di Domicoli che poco prima della mezz’ora era subentrato all’esordiente Adamo. La compagine biancoazzurra ferma così il Canicattì, forse attualmente la migliore formazione del torneo, che nelle scorse domeniche aveva sconfitto la capolista Nissa, fuori casa e la vicecapolista Licata, in casa. Per il Santa Croce il bicchiere è mezzo pieno, registrando con questo 1-1 il quarto pareggio di fila contro quattro delle prime cinque squadre in classifica. Domenica prossima, in casa, la formazione biancoazzurra ospiterà il forte Licata senza timori reverenziali, avendo dimostrato con le grandi del torneo di essere alla loro altezza. Inizio veemente del Santa Croce che al 5’ sfiorava il gol con Adamo con un tiro al volo fuori di poco. Il Canicattì però usciva alla lunga mantenendo il pallino del gioco per il prosieguo della frazione e Santa Croce che si rendeva pericoloso solo con azioni di rimessa e in contropiede. Al 30’ altra palla gol dei biancoazzurri con Arena che, lanciato in contropiede, falliva la rete del vantaggio. La gara era comunque segnata da una conduzione arbitrale a favore dei padroni di casa che tarpava un po’ le ali alle iniziative del Santa Croce. Al 35’ c’era la prima vera occasione per i biancorossi locali con una punizione dal limite dell’area e la palla che andava fuori di poco. La ripresa si apriva con il gol a freddo al 1’ dei padroni di casa. La difesa biancoazzurra sbagliava palla in impostazione consentendo a un giocatore avversario di incunearsi e tirare. Annese respingeva ma sulla palla si avventava l’attaccante biancorosso Pirrotta che, a porta vuota, segnava. Andati in vantaggio i padroni di casa si buttavano in avanti per cercare di chiudere la gara. Al 17’ veniva espulso Basile, secondo il direttore di gara per fallo da ultimo uomo che però non era tale in quanto in difensore centrale biancoazzurro aveva avanti altri compagni di squadra. Dopo la superiorità numerica ancora forcing della compagine biancorossa locale che coglieva una traversa al 20’. La frazione scivolava avanti con la continua pressione dei padroni di casa per arrotondare il punteggio e il Santa Croce che si affidava alle ripartenze ma che comunque difendeva bene. Poi la sorpresa finale. Al 45’ Domicoli, entrato a un quarto d’ora dalla fine, raccoglieva di testa un cross dalla fascia di Puglisi e insaccava. Il Santa Croce resisteva per altri tre minuti di recupero e portava a casa un importante pareggio che vale quanto una vittoria in quanto giunta, come dicevamo, contro la migliore formazione del torneo e in dieci uomini.