Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 719
SANTA CROCE CAMERINA - 09/11/2015
Sport - Basket, C1: bene i vigorini nei primi due set, poi i ragusani prendono il sopravvento

Alla Nova Virtus il derby, Vigor S. Croce irriconoscibile

I locali hanno lamentato la pessima conduzione della gara da parte degli arbitri Foto Corrierediragusa.it

VIGOR S.CROCE – NOVA VIRTUS RAGUSA 50 – 63
Parziali: 21-19;31-27; 40-49;

VIGOR S. CROCE: Occhipinti G. 12, Distefano G. 17, Rizzo 6, Cascone 11, Susino 2, Emmolo, Barone ne, Lena, Miccichè, Palazzolo 2, Occhipinti R. ne. All.re Di Stefano.

NOVA VIRTUS RAGUSA: Sorrentino ne, Licitra 17, Ferrera 3, Canzonieri 9, Cataldi 3, Mammana 10, Ferlito 2, Gebbia 2, Spataro ne, Boiardi 13, Scalone ne, Chessari ne. All.re Di Gregorio.

Arbitri: Attardi e Di Mauro di Priolo (Sr)


Pesante sconfitta della Vigor che, in vantaggio fino al riposo, lascia negli spogliatoi quanto di buono aveva fatto nei primi due parziali, facendosi rimontare dalla Nova Virtus e perdendo malamente dopo una seconda parte di gara condotta all’insegna della scarsa concentrazione. Bisogna però sottolineare che, a incanalare verso una prestazione insufficiente il quintetto allenato da Giancarlo Di Stefano, ci hanno pensato gli arbitri la cui altrettanta scarsa prestazione ha compromesso la gara della Vigor.

Il signor Di Mauro di Priolo e il suo collega Attardi, si sono prodotti in una direzione arbitrale a senso unico dal terzo quarto in poi a favore del quintetto ospite che non immaginava un regalo così inaspettato. Più che una cattiva conduzione arbitrale, in particolare di Di Mauro, è stata proprio una incapacità totale a dirigere una partita di basket da parte dei due fischietti priolesi, evidente anche ai non abituali addetti ai lavori. La Vigor era partita bene anche se la gara si manteneva in equilibrio. I fischietti siracusani però fischiavano tre falli nei primi dodici minuti a Giovanni Occhipinti, costringendo il coach a metterlo in panchina per evitare guai. La svolta della gara al rientro dagli spogliatoi con la Nova Virtus che realizzava un parziale di 19-3, portandosi in vantaggio.

Nel finale di gara una timida reazione dei locali, frustrata però sempre dagli arbitri che fischiavano tutto contro i giocatori di casa. In evidenza Licitra, fra gli ospiti, con diversi tiri da tre nel finale e Giorgio Distefano, fra i locali, con una buona sequenza anch’egli di tiri da tre. Di bello per la Vigor c’è stato il tifo e il calore del pubblico che ha sostenuto la squadra fino al fischio finale, dando ancora una volta prova di attaccamento ai colori sociali e ai giocatori biancoazzurri.