Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1248
SANTA CROCE CAMERINA - 20/09/2015
Sport - Basket, serie C: la terza amichevole tra i due quintetti vede soccombere i padroni di casa

Nova Virtus batte ancora Vigor S. Croce. Ora il campionato

Per la Vigor l’obiettivo è una stagione tranquilla e chiudere a metà classifica Foto Corrierediragusa.it

Non basta una prova di cuore e orgoglio per la Vigor basket che esce sconfitta dalla terza amichevole pre-campionato contro la Nova Virtus Ragusa: 66-68 il finale. La squadra di coach Di Stefano ritrovava Occhipinti in cabina di regia, ma doveva fare a meno del lungo Susino. Nel quintetto base era presente il nuovo acquisto Giuseppe Cascone che nei primi due quarti faceva sentire la sua presenza sotto i tabelloni (7 punti e 8 rimbalzi). La partita procedeva però a strappi. La Virtus metteva il naso avanti con le triple di Licitra e Boiardi, la Vigor ricuceva ogni tentativo con le iniziative di Occhipinti e capitan Distefano. All’intervallo lungo conduceva la squadra ospite per 31-40. Nella ripresa Rizzo ed Emmolo accorciavano il divario. Cavallo metteva la tripla della speranza, ma era ancora Boiardi, con una bomba siderale, a far calare il sipario sulla partita, complice una palla persa di Pace nell’ultimo possesso. Per la squadra di casa - che vinceva comunque gli ultimi due parziali - il top scorer è Giorgio Distefano con 13 punti (cui si sommano 6 rimbalzi e 7 falli subiti), seguito da Rizzo e Cascone con 10.

A una settimana dall’inizio del campionato di Serie C Silver (esordio a Catania il 26 settembre), coach Di Stefano è ancora alla ricerca dei giusti equilibri. Il presidente Patrizia Scillieri, intanto, traccia un bilancio dopo la terza sconfitta con Ragusa: «Ho visto i ragazzi un po’ nervosi, ma è un chiaro segnale che ci tengono a crescere e a trovare il giusto equilibrio in campo. I più giovani mi sono piaciuti molto. Credo che la vecchia guardia abbia il compito di tenere coeso il gruppo, in questo modo tutti potranno esprimersi al meglio. Resto molto fiduciosa in vista del campionato – si sbilancia la presidente del club biancoceleste. L’obiettivo è disputare una stagione tranquilla e chiudere a metà classifica. C’è ancora molto da lavorare sul piano tecnico e mentale – ammette - , ma sono convinta che nelle prossime settimane, con qualche partita in più sulle gambe, le cose si aggiusteranno».