Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 780
SANTA CROCE CAMERINA - 18/09/2015
Sport - Calcio, Promozione: la società comisana ha rafforzato la squadra con altri innesti

Comiso e Pozzallo esordio casalingo, S. Croce a Gela

Tra gli azzurri camerinensi atteso alla riprova il gambiano Jatta, in forse Gurrieri Foto Corrierediragusa.it

Il New Pozzallo (girone C) affronterà in casa l’Aci S.Antonio, vittorioso in all’esordio domenica scorsa fra le mura amiche nel derby con il San Gregorio. La formazione allenata da Azzarelli cerca invece il pronto riscatto dopo la battuta d’arresto iniziale contro il Belvedere di sabato scorso, sconfitta maturata per una scarsa tenuta fisica più che per inferiorità tecnica. I biancoazzurri si sono allenati in settimana con lo scopo di recuperare una migliore forma fisica che possa consentire di reggere i novanta minuti e sopperire a quanto è mancato nella gara precedente. Nella gara contro l’Aci S.Antonio mancheranno gli infortunati Macauda e Strabona, oltre a Satta che non ha trovato l’accordo con la società. La dirigenza continua comunque nella ricerca di nuovi elementi per rinforzare la rosa della squadra, ancora incompleta nei vari reparti e spera di trovarli nel breve termine. La partita contro la formazione catanese si giocherà quasi certamente allo stadio comunale di Ispica e sarà disputata a porte chiuse. La scelta è caduta su Ispica vista la vicinanza con la città del porto rispetto all’ alternativa di giocare a Pachino.

Il Comiso (girone D) esordirà in casa contro il Macchitella Gela, a sorpresa capolista per aver vinto a tavolino la prima partita contro il Casteltermini per una irregolarità degli agrigentini nella formazione titolare. La compagine gelese però non è nel novero delle squadre di alto livello tecnico del girone e la partita può essere alla portata della formazione allenata da Peppe Borgese. I verdearancio infatti hanno fatto vedere delle buone cose a Santa Croce, mercoledì scorso, nella gara di esordio in campionato, giocata dopo un rinvio di tre giorni per consentire il tesseramento di nuovi elementi alla società ripescata dalla 1^ categoria solo quindici giorni fa. L’esperienza dei quattro elementi titolari di categoria superiore schierati all’esordio hanno consentito infatti alla formazione casmenea di reggere il confronto con il Santa Croce (nella foto: una fase della gara infrasettimanale), più preparato fisicamente e più dotato tecnicamente. I giocatori in questi giorni si sono allenati assiduamente lavorando sulla condizione atletica e cercando di recuperare nel solo aspetto limite mostrato qualche giorno fa nel confronto con i santacrocesi. La formazione dovrebbe essere quella schierata a Santa Croce con Chiovaro e Giallongo, usciti acciaccati mercoledì, che dovrebbero recuperare. La società verdearancio sta tesserando nuovi elementi che conta già da domenica di schierare almeno in panchina.

Il Santa Croce (girone D) va a far visita all’Atletico Gela, lo scorso anno vicecapolista al termine della regular season, che pare non abbia lo stesso tasso tecnico della passata stagione. Il condizionale però è d’obbligo in quanto la formazione giallorossa ha a proprio favore il bagaglio di esperienza dell’ottima stagione passata e in casa vorrà sfruttare il fattore campo. La formazione allenata da La Vaccara potrà contare però sul rientro di Oscar Mascara, la cui assenza mercoledì scorso si è fatta sentire, mentre è incerto l’impiego di Mirko Gurrieri che potrebbe essere indietro nella condizione fisica ma il cui apporto a centrocampo potrebbe essere importante per il reparto. Il tecnico La Vaccara però in questo reparto ha la carta del giovane di colore Jatta che ha fatto vedere cose egregie nella gara vinta con il Comiso grazie proprio a due splendide «perle» del giocatore del Gambia. La squadra comunque ha dimostrato di essere solida e ben organizzata e può solo migliorare trovando gli stimoli giusti. A Gela, contro l’Atletico, può essere l’occasione propizia.