Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 589
SANTA CROCE CAMERINA - 15/03/2015
Sport - Calcio Promozione: due gol nel primo tempo e poi ordinaria amministrazione per gli ospiti

Il S. Croce resta al buio, il Gela passa facile

Solo un’occasione per LaVaccara e una traversa nel finale per i padroni di casa con Incardona. Finale di campionato a rischio Foto Corrierediragusa.it

Santa Croce – Gela: 0 – 2
Marcatori: 17’pt Mezzasalma C., 35’pt Chiavaro

SANTA CROCE: Annese, Ragusa (31’st Di Martino), Nei, Piluso, Basile, Cassibba, Iurato (1’st Scribano), Ruscica (14’st Puma), La Vaccara, Bonarrigo, Incardona. All.ri Buoncompagni e La Vaccara

GELA : Pandolfo, Calvaruso, Falsaperla, Chiavaro, Italiano, Runza, Mezzasalma C.(32’st Puleo), Cutaia, Ascia (42’st Deoma), Mezzasalma F. (50’st Genova), Alma. All.re Bruccoleri

Arbitro: Bonaccorsi di Catania
Note. Espulso Falsaperla al 34’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Ruscica, Piluso e Puma (SC); Calvaruso e Runza (G). Angoli 4-2 per i locali. Rec. 4’ e 5’


Terza sconfitta consecutiva in otto giorni, fra campionato e Coppa Italia, per il Santa Croce che mette a repentaglio quanto di importante aveva realizzato nel corso del campionato. Dopo l’eliminazione in Coppa Italia mercoledì scorso la squadra doveva dimostrare che in campionato meritava i play off e il ruolo di terza-quarta forza del torneo. Ha invece dovuto cedere, forse definitivamente, il terzo posto in classifica subendo la terza sconfitta consecutiva in campionato e, se non ritorna alla vittoria, per il Santa Croce si potrebbe mettere male anche il mantenimento di un posto nei play off.

Il calendario le potrebbe dare una mano in quanto le inseguitrici si scontreranno fra di loro ma la stessa formazione biancazzurra dovrà affrontare in trasferta Atletico Catania e Ragusa che premono a loro volta per entrare nei play off. Se il Santa Croce non fa punti in trasferta e non sfrutta l’ultima partita in casa contro lo Sporting Priolo, il rischio di uscire anche dagli scontri diretti per la promozione si farebbe concreto. Oggi contro il Gela la squadra ha subito l’ennesimo crollo nervoso, mostrando ancora una volta titubanze in difesa che si sono dimostrate fatali. Un pizzico di fortuna per gli ospiti ha fatto il resto. Inizio della gara equilibrato con gli ospiti che al 17’, seppur controvento, trovavano il gol del vantaggio con una sapiente azione di contropiede ispirata da Ascia che dosava un pregevole lancio per Claudio Mezzasalma che si lasciava dietro un difensore locale e insaccava.

Santa Croce che cercava di reagire allo svantaggio, cullandosi del fattore vento a favore, ma poco concreto nel gioco e che subiva invece il raddoppio al 35’ con un gran tiro da fuori di Chiavaro, dopo una respinta della difesa da un tiro di punizione. Nella ripresa i locali cercavano di imbastire azioni di gioco manovrate che però non giungevano a impensierire il portiere ospite Pandolfo. Erano anzi i gelesi che si rendevano pericolosi in diverse occasioni. Al 36’ grande opportunità per il Santa Croce con un tiro ravvicinato sotto porta di La Vaccara con Pandolfo che compiva il miracolo deviando d’istinto. La gara si chiudeva al 39’ con un tiro da fuori di Incardona, alto sopra la traversa.

Nella foto: azione di Bonarrigo a centrocampo)