Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1446
SANTA CROCE CAMERINA - 21/12/2014
Sport - Calcio, Promozione: tra i biancazzurri locali buono l’esordio dell’ex modicano Damiano Buscem

Cinquina del S. Croce al Comiso con Lucenti in panchina

Dominio fisico e tecnico dei padroni di casa che vanno in gol due volte nel primo tempo e segnano una tripletta nella ripresa Foto Corrierediragusa.it

S. Croce – Comiso: 5 – 0
Marcatori: 12’ pt Nigita (autorete), 35’pt e 24’st Iurato, 5’st Bonarrigo, 36’st Ruscica

S. Croce: Annese, Piluso, Ragusa (14’st Nei), Buscema, Di Martino, Basile, Iurato (34’st La Rocca), Ruscica, Puma, Bonarrigo, Incardona (22’st Scribano). All.ri Buoncompagni e La Vaccara

Comiso: Gurrieri D., Nigita (40’ La Raffa), De Maria, Valerio, Giarratana, Guarino, Talarico (22’st Di Conto), Gurrieri M., Rimmaudo, Mascara, Pecorari. All Lucenti.

Arbitro: Iapichino di Siracusa.
Note. Ammoniti: Di Martino (SC); Mascara, De Maria e Gurrieri M.(C). Angoli : 3-1 per i locali. Rec. 1’ e 3’.



Un impeccabile Santa Croce (nella foto: azione sotto rete ospite) infligge la seconda sconfitta consecutiva per 5-0 al Comiso dopo quella subita domenica scorsa ad opera del Palazzolo. Non è valso il cambio di panchina nell’undici verdearancio, con l’arrivo di Gaetano Lucenti, per rivitalizzare un organico privo di qualità tecniche che comunque ha dimostrato molta volontà e sprazzi di bel gioco ma che, alla lunga, è stato surclassato da un Santa Croce che ha giocato molto bene riscattando, a sua volta, la prestazione insufficiente di domenica scorsa contro il Ragusa. Buono l’esordio nel Santa Croce di Damiano Buscema e convincente la prestazione di Simone Iurato che ha realizzato una doppietta. Nel Comiso hanno giocato una buona gara Mascara e Mirko Gurrieri ma la squadra ha molto sofferto in difesa dove il solo Guarino ha convinto mentre il resto del reparto ha condotto una gara molto al di sotto della sufficienza. Il resto a sfavore del Comiso l’ha fatto, come detto, un Santa Croce che non ha mostrato sbavature di sorta e mai un momento di appannamento in tutti i reparti.

L’undici biancoazzurro passava in vantaggio al 12’ quando, da un cross di Piluso, Incardona si incuneava sotto rete, deviava verso la rete con Nigita che nel tentativo di ribattere spediva in gol nella propria porta. Un minuto dopo i locali potevano raddoppiare. Cross di Iurato dalla fascia destra con Bonarrigo che di testa incornava ma schiacciava troppo la sfera e la stessa rimbalzava alta sopra la traversa. Al 17’ Ruscica con un tiro di controbalzo spediva di poco sopra la traversa. Al 21’ Puma lanciato verso la porta tirava a lato. Al 24’ Mascara si guadagnava una punizione dal limite che lui stesso tirava ma la palla si schiacciava sulla traversa. Al 25’ Bonarrigo in area tirava a rientrare ma calciava a lato. Al 27’ da calcio d’angolo Mirko Gurrieri di testa da buona posizione deviava alto. Due buone occasioni quindi per il Comiso tra il 24’ e il 27’ che stavano per portare al pareggio la formazione di Lucenti. Era invece il Santa Croce a raddoppiare al 35’ con Iurato che in area raccoglieva un delizioso passaggio filtrante di Bonarrigo e insaccava.

La ripresa si apriva al 5’ con il 3-0 ad opera di Bonarrigo che sotto rete raccoglieva un prezioso assist di Incardona e gonfiava la rete difesa da Gurrieri. Il Comiso mollava e il Santa Croce arrotondava il punteggio al 24’ ancora con Iurato e al 36’ con Ruscica di testa. Il Santa Croce chiude quindi molto bene l’anno mantenendo il terzo posto in classifica e proiettandosi in modo positivo verso un finale di stagione dove ha aperto sia il fronte campionato che quello Coppa Italia. Il Comiso aspetta una vero e proprio rimpinguamento consistente del suo organico per poter affrontare il discorso salvezza che è alla portata della formazione verdearancio.