Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 1011
SANTA CROCE CAMERINA - 30/11/2014
Sport - Calcio, Promozione: clima triste al "Comunale", Atl. Catania non meritava la sconfitta

Il S. Croce vince e ricorda in campo il piccolo Andrea

Per i locali terza posizione a 22 punti, a sei dalla capolista Sicula Leonzio e a quattro dalla seconda, l’Atletico Gela Foto Corrierediragusa.it

S. Croce-Atletico Catania: 2-1
Marcatori: 13’ Puma, 32’ Incardona, 30’st Ventura.

S. Croce: Annese, Ragusa, Nei, Scribano, Buoncompagni, Scacco, Shehu (18’st Cascone), Piluso, Puma (44’st Iurato), Bonarrigo, Incardona. All.ri Buoncompagni e La Vaccara

Atl. Catania : Romeo, Di Stefano, Scaglione (26’st Gboho), Ardizzone, La Marca, Spartà, Soaudi (15’st Musumarra), Pistone, Censabella, D’Urso, Ventura. All. Marletta.
Arbitro: Costantino di Barcellona P. di Gotto.
Note. Espulso Spartà al 43’st. Ammoniti: Nei, Piluso, Scribano e Incardona (SC); La Marca, Scaglione, D’Urso e Gboho (AC). Angoli 7-2 per gli ospiti. Rec. 2’ e 7’.


In un clima triste per la morte del piccolo Andrea Loris Stival al quale è stato reso omaggio ad inizio gara (nella foto), pubblico e giocatori in campo hanno comunque onorato lo sport anche in memoria del piccolo scomparso, atleta di arti marziali. Il Santa Croce, seppur con quattro importanti titolari in meno, è riuscita a prevalere ottenendo il massimo risultato contro una formazione che ha messo alle strette l’undici biancazzurro non riuscendo però a cogliere almeno un punto. Questo la dice lunga sulle qualità della formazione allenata da Buoncompagni e La Vaccara in questo scorcio di stagione dove, anche non brillando completamente per le assenze importanti, riesce ad esprimere un gioco concreto e fruttuoso, ben oltre le proprie possibilità momentanee. La vittoria, tra l’altro, consente alla formazione biancoazzurra di scavalcare in classifica il Gela, oggi a riposo, e collocarsi in terza posizione a 22 punti, a sei dalla capolista Sicula Leonzio e a quattro dalla seconda, l’Atletico Gela.

Un risultato eccezionale, considerando le indisponibilità di giocatori importanti e che mette in risalto un gruppo consolidato, ben affiatato e con un potenziale che si sta esprimendo al meglio. Nella gara di oggi l’Atletico Catania, ad onor di cronaca, non meritava di perdere, se non altro per l’ottimo gioco espresso e la velocità della manovra, anche se con qualche incertezza difensiva. Molta sfortuna in fase conclusiva e un super Annese hanno impedito all’undici rossoblù di ottenere almeno un punto. Inizio equilibrato con al 4’ Soaudi che si trovava solo davanti al portiere ma svirgolava. Rispondeva Bonarrigo al 7’ con un gran tiro da fuori che impegnava Romeo in una duplice parata. Al 13’ Buoncompagni sferrava un gran tiro dal limite che cozzava sulle gambe di Puma, veniva deviato e si insaccava in rete. L’Atletico Catania reagiva con convinzione. Al 19’ tiro da fuori di Pistone parato dal portiere biancoazzurro. Al 22’ Ardizzone da buona posizione calciava a rete ma Annese parava. Due minuti dopo ancora il portiere locale si produceva in un ottimo intervento su D’Urso che tirava a botta sicura solo davanti alla rete. Al 32’ il Santa Croce raddoppiava. Da corner Buoncompagni svettava di testa, deviava la sfera che giungeva sotto porta a Incardona che da due passi segnava gonfiando la rete.

Nella ripresa, a parte al 5’ un’occasione di Bonarrigo, l’Atletico Catania si riversava nella metà campo dei locali che si difendevano efficacemente anche se con qualche incertezza. Al 30’ ospiti che accorciavano le distanze con Ventura che raccoglieva un pregevole lancio dalla destra e insaccava. Il forcing finale degli ospiti non portava alla rete del pareggio in quanto il Santa Croce si difendeva bene e controllava le sfuriate avversarie fino al settimo minuto di recupero.