Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 97
SANTA CROCE CAMERINA - 26/11/2014
Sport - Calcio, Promozione: il gol di Piluso regala il passaggio del turno

S. Croce avanti in Coppa grazie al "miracolo" contro Atl. Gela

Clima surriscaldato in campo e fuori, tre espulsioni e scazzottata finale Foto Corrierediragusa.it

Atletico Gela-S. Croce:0-1
Marcatore: 30’pt Piluso

SANTA CROCE : Annese, Piluso, Ragusa, Scribano, Di Martino, Basile, Puma (15’st Nei), Ruscica, La Vaccara, Bonarrigo, Incardona (42’st Cascone). All Buoncompagni e La Vaccara.


A dispetto dei pronostici della vigilia che, dopo il risultato di 1-1 dell’andata giocato a S.Croce quindici giorni fa davano la formazione biancoazzurra sfavorita, ecco un altro colpo confezionato dall’undici allenato dal duo Buoncompagni-La Vaccara che va a vincere in casa dell’Atletico Gela, qualificandosi per i quarti di finale della Coppa Italia di Promozione. L’undici del presidente Agnello si conferma così squadra che in questa competizione riesce a fare bene e a saper trovare gli stimoli giusti.

Per la verità il Santa Croce sta andando bene anche in campionato. Domenica scorsa con lo stesso risultato ha espugnato il campo dell’altra formazione gelese, il Gela calcio srl, ottenendo con queste due vittorie il passaggio ai quarti di finale della Coppa Italia e il quarto posto in classifica della Promozione. A rovinare però il clima sportivo della gara ci hanno pensato, purtroppo, alcuni dirigenti e giocatori dello stesso Atletico Gela che, nell’intervallo fra primo e secondo tempo, hanno creato un clima surriscaldato che ha portato a delle vere e proprie aggressioni verso i giocatori e dirigenti del Santa Croce che hanno subito schiaffi e pugni gratuiti senza alcun motivo. Il direttore di gara era costretto ad espellere due giocatori a caso, uno per parte, Fiore e Ragusa, anche se non fossero i veri protagonisti della rissa. A scatenare il clima di nervosismo può aver contribuito l’espulsione, a fine primo tempo, per doppia ammonizione di un giocatore dell’Atletico Gela, cha aveva protestato un po’ troppo vivacemente nei confronti dell’arbitro.

A fine gara, poi, il giocatore Basile del Santa Croce è stato aggredito con schiaffi e improperi da parte sempre di alcuni elementi della dirigenza locale. La cronaca della gara vedeva il primo tempo abbastanza equilibrato con il Santa Croce che rompeva questo equilibrio al 30’ con un magistrale gol di Piluso che si liberava sulla fascia sinistra, convergeva verso il vertice dell’area di rigore gelese e sferrava un tiro che si infilava in rete all’incrocio dei pali. Nella ripresa con il Santa Croce in dieci uomini e l’Atletico Gela in nove a fare la partita erano i padroni di casa che premevano con concretezza, spinti da un avversario stanco e appagato che, in vantaggio di reti e di giocatori, pensava di poter avere in mano la gara.

L’Atletico Gela si rendeva pericoloso in tre occasioni con il portiere biancoazzurro Annese che si produceva in altrettanti interventi prodigiosi che salvavano il risultato per la sua squadra. Il Santa Croce non riusciva invece a sfruttare i contropiedi e, sebbene in superiorità numerica, non era capace di superare la difesa locale, complice la stanchezza e la scarsa lucidità. La formazione biancoazzurra vola così ai quarti di finale del torneo «Memorial Orazio Siino», valida come Coppa Italia di Promozione, con le gare di andata e ritorno che verranno giocate con tutta probabilità verso la fine di febbraio del 2015.