Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 946
SANTA CROCE CAMERINA - 09/11/2014
Sport - Calcio, Promozione: per i verdearancio debacle nella ripresa dopo un buon primo tempo

Impatta a Gela il Comiso, Leonzio batte S. Croce

La squadra di Buoncompagni penalizzata dall’espulsione di Scacco, pareggia con Puma ma cede a 15’ dalla fine Foto Corrierediragusa.it

Gela - Comiso: 3-0
Marcatori: 20’st e 48’st Alma, 25’st Campanaro
Gela: Gerro, Campanaro, Diaj, Messana, Di Paola, Cutaia, Vella, Nicotra, Ascia, Dessio, Alma. All. Brucculeri

Comiso : Gurrieri D., Secondo, Giallongo (40’st Blanco), Nigita, Giarratana, Guarino, Commendatore, Gurrieri M., Cinnirella, Mascara, Rimmaudo (35’st Navanzino G.). All Fichera

Arbitro: Maneri di Acireale.


Il Comiso perde quasi per proprie incapacità di realizzare che per una vera e propria superiorità della formazione gelese, la quale aveva subìto per oltre un’ora la supremazia di gioco della formazione verdearancio che aveva messo in serie difficoltà la più titolata avversaria in diverse occasioni. Un primo tempo equilibrato dove il Comiso ha macinato più gioco e più concretezza rispetto agli avversari che hanno tenuto il campo e si sono dimostrati di saper controllare il gioco avversario e la migliore disposizione in campo della formazione casmenea. Ai punti sarebbe stato un primo tempo largamente appannaggio del Comiso che con Cinnirella ha sciupato due grosse occasioni che potevano consentire, se trasformate, di dare alla gara un esito differente.

Purtroppo non è stato così. Anche la ripresa ha visto il Comiso essere più pericoloso con almeno un’altra occasione da rete di Cinnirella, anche questa sciupata per un nonnulla. E’ stato invece il Gela a piazzare un micidiale uno-due fra il 20’ e il 25’ della ripresa prima con Alma che sfruttava un veloce contropiede nato proprio dopo il gol sciupato da Cinnirella e con il Comiso proteso in avanti e scoperto in difesa. La formazione ragusana subiva il colpo e si lasciava infilzare per il 2-0 da Campanaro al 25’, perdendo poi la lucidità, non riuscendo più a reagire e lasciandosi anche subire il 3-0 finale ancora con Alma. Comiso comunque in buon spolvero ma imperdonabili gli errori in fase d’attacco che hanno dato un esito negativo seppure la squadra ha dimostrato capacità e buon gioco.

Sicula Leonzio-S. Croce: 2-1
Marcatori: 9´ pt Signorelli, 31´pt Puma, 28´ st Signorelli

S.Croce: Di Giacomo, Di Martino, Ragusa, Ruscica (40’st Cascone), Scacco, Basile, Scribano (20’ Iurato), Piluso, Puma (Nei), Bonarrigo, Incardona


Il Santa Croce si batte alla pari con la capolista ma l’ennesima espulsione, rimediata con ingenuità e incoscienza, ha compromesso l’esito della gara e la possibilità di portare a casa almeno un punto prezioso. Santa Croce che inizia male la gara con l’1-0 subìto dopo appena dieci minuti per una cattiva interpretazione della fase difensiva e la difesa abbastanza statica con Signorello che di testa si inseriva da dietro un difensore e segnava. Il Santa Croce reagiva con diligenza e un gioco chiaro e lineare, diventando addirittura padroni del campo e giungendo al pareggio al 25’ con Puma che veniva servito
sulla fascia sinistra da Ruscica, si incuneava in area e trafiggeva il portiere.

La capolista non riusciva a riprendere il predominio del gioco e a rendersi pericolosa con il Santa Croce che invece tentava sortite più concrete dei padroni di casa. La svolta nella ripresa con l’espulsione di Scacco per doppia ammonizione poco prima della metà della frazione. La superiorità numerica caricava la Sicula Leonzio che si buttava in avanti e coglieva la rete della vittoria ancora con Signorello al 30’a seguito di un vero e proprio errore difensivo degli ospiti. Santa Croce comunque che ha giocato una buona gara e che avrebbe meritato almeno il pareggio.