Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1066
SANTA CROCE CAMERINA - 22/10/2014
Sport - Calcio, Promozione: i padroni di casa recuperano lo svantaggio della partita di andata

Ragusa punito ancora nei minuti finali, il S. Croce passa il turno di Coppa

Una magistrale punizione di Bonarrigo ha condannato alla sconfitta gli azzurri di Utro, apparsi presuntuosi nella ripresa Foto Corrierediragusa.it

SANTA CROCE – RAGUSA 1 – 0
Marcatore: 44’ st Bonarrigo

SANTA CROCE : Annese, Piluso, nei, Scribano, Scacco (38’st Iurato), Ragusa, Consalvo, Ruscica, Puma (26’st La Vaccara), Bonarrigo, Incardona (48’st Basile). All.ri Buoncompagni e La Vaccara.

RAGUSA: Cavone, Gennaro (52’st la Rosa), Cicero, Tumino (45’st Licitra), Puglisi, Nigro, Bennardo, Li Castri, Vicari, Valerio, Pecorari (40’st Iapichino). All Utro.

Arbitro: Campisi di Siracusa 5.
Note: espulsi Vicari e Puglisi. Ammoniti: Ruscica, Piluso, Bonarrigo, Ragusa e Incardona (SC); Pecorari e Valerio (R). Angoli 7-1 per gli ospiti. Rec 2’ e 10’


Con un magistrale gol su punizione di Bonarrigo a un minuto dalla fine del tempo regolamentare, il Santa Croce batte il Ragusa e si qualifica per il turno successivo di Coppa Italia Promozione. All’andata a Ragusa i locali si erano imposti per 3-2 e bastava appunto solo un gol affinché i biancoazzurri passassero il turno, in virtù della regola che i gol in trasferta valgono il doppio nel caso di parità di reti segnate. Occorre però sottolineare che il Santa Croce ha ampiamente meritato la vittoria non fosse altro per il giusto approccio alla partita, il migliore gioco espresso in tutta la gara e le maggiori occasioni in area azzurra elaborate. In poche parole il Santa Croce ha giocato nettamente meglio dei loro cugini più blasonati e il gol e il passaggio del turno in Coppa Italia era il naturale compendio a quanto fatto vedere nell’acceso confronto. Il Ragusa invece ha avuto un certo senso di ostentata superiorità ad inizio gara quando ha espresso nelle individualità di Vicari, Valerio e Pecorari tutto il repertorio disponibile, calando vistosamente dalla metà del primo tempo in poi quando si è esibita in un gioco sterile e senza particolari velleità, il tutto infarcito di errori di impostazioni e di disimpegni anche banali.

La formazione allenata da Utro ha fatto vedere il meglio della sua gara fra l’11 e il 31’ della ripresa con azioni più organizzate e incisive che hanno portato a due-tre occasioni da rete interessanti, la più clamorosa al 31’ con Vicari che di testa andava a stampare la palla sotto la traversa, dopo aver ricevuto un pregevole cross dalla destra di Bennardo. Anche il Santa Croce aveva avuto nel primo tempo una grande occasione da gol al 16’ con Puma che, lanciato con un tocco delizioso in area da Incardona, tirava a colpo sicuro a pochi metri dalla porta con Cavone che si produceva in un bell’intervento a respingere il tiro quasi centrale.

Questa di Puma era la prima di diverse occasioni da rete confezionate nel primo tempo dal Santa Croce alla quale gli ospiti opponevano una sola occasione al 40’ con Pecorari che lanciato in area si faceva precedere dal portiere Annese. Nella ripresa, dopo l’occasione da rete di Vicari di testa, il Ragusa crollava invece di tenere la partita in mano. Da una punizione dal limite giungeva il gol di Bonarrigo al 44’. Poi i ragusani si facevano prendere dal nervosismo, visti i pochi minuti a disposizione per raddrizzare la gara e ne facevano le spese Vicari e Puglisi espulsi per gioco scorretto e falli pesanti. Nella «giornata biancoazzurra» organizzata dalla dirigenza del Santa Croce, la società e i tifosi hanno ricevuto un bel regalo e festeggiato come meglio non si poteva sperare.