Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1024
SANTA CROCE CAMERINA - 04/10/2014
Sport - Calcio, Promozione: il presidente Mascara conferma Fichera sulla panchina comisana

A S. Croce arriva la capolista, Comiso contro il Belvedere

"Comunale" chiuso per inagibilità, un grave danno per la società santacrocese Foto Corrierediragusa.it

La 5a di andata in Promozione:
Comiso – Belvedere
Santa Croce – Atletico Gela


Sono chiamate ad importanti conferme il Comiso e il Santa Croce dopo le vittorie esterne di domenica scorsa che hanno, per entrambe, sancito la vitalità delle due formazioni in un contesto di inizio campionato segnato dalla continua ricerca della forma migliore.

Il Comiso è chiamato a confermare contro il Belvedere, che nel turno passato ha imposto il pari al Ragusa, la significativa e positiva inversione di rotta conseguente all’arrivo in panchina di Sandro Fichera oltre alla ritrovata condizione fisica e morale dei suoi giocatori. Il nuovo tecnico, nella partita di Pachino, ha sistemato la squadra in modo diverso e apportato significativi cambiamenti che hanno prodotto il risultato sperato, il successo che allontana i verdearancio dalle zone della bassa classifica. Il presidente Mascara ha rinnovato così la fiducia a Fichera che adesso cercherà di «espugnare» il proprio terreno di gioco, cercando la prima vittoria in casa, sulle tre giocate finora, contro la formazione siracusana che non sembra una squadra difficile da battere. Il condizionale è d’obbligo perché il Comiso, nelle due precedenti partite in casa, contro il Santa Croce e l’Atletico Gela, è andata per prima in vantaggio e poi si è fatta rimontare a causa di un sensibile calo fisico e mentale che adesso, dopo la gara di Pachino, in casa verdearancio escludono possa verificarsi.

L’undici allenato da Fichera, infatti, sembra ormai uscito dalla crisi e il presidente Mascara incita i suoi ragazzi a trovare il piglio giusto per sfruttare a pieno la partita casalinga e posizionarsi verso le zone di classifica più tranquille. Fichera avrà a disposizione la rosa al completo dove l’unico punto certo rimane Cinnirella in avanti che potrebbe fare coppia con Nobile anche se i due non hanno ancora trovato l’intesa migliore. Interessante è stato anche a Pachino l’inserimento di Altamore, giovane centrocampista del ’97 prelevato dallo Scordia, che domenica scorsa ha segnato e fatto segnare Cinnirella. C’è attesa quindi fra i tifosi per la partita che potrebbe vedere la formazione di casa proseguire nella scia positiva e salire verso un rango più elevato in classifica.

Avrà un duro compito anche il Santa Croce che affronterà fra le mura amiche l’attuale capolista solitaria, l’Atletico Gela, che è riuscita ad imporsi fino adesso più per la qualità dei singoli che per un gioco organico di squadra. Nell’undici biancoazzurro non ci saranno assenti per cui i tecnici Buoncompagni e La Vaccara avranno, al contrario, problemi di sovrabbondanza. I due cercheranno di recuperare il giovane Scribano, la cui presenza, essendo del ’97 e con il ruolo di centrocampista, sembrerebbe una presenza chiave nello scacchiere della formazione santacrocese.

La probabilità che Scribano possa essere schierato in campo dal primo minuto è comunque molto più alta di quella che lo darebbe in panchina almeno per la prima parte della gara per poi entrare a metà tempo. I due tecnici, di conseguenza, non hanno sciolto le riserve della formazione che verrà decisa all’ultimo minuto proprio per attendere il recupero di Scribano. La partita fra il Santa Croce e l’Atletico Gela si giocherà però a porte chiuse, in quanto non è stata confermata l’agibilità alla struttura. Un cavillo di non poco conto che l’amministrazione comunale ha preso sottogamba e procrastinato per via di una colpevole insensibilità verso lo sport locale, in generale e il calcio, in particolare.