Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1358
SANTA CROCE CAMERINA - 18/05/2014
Sport - Calcio: una doppietta nel giro di pochi minuti nel primo tempo condanna i biancazzurri

A S. Cataldo il S. Croce perde la Coppa e l´Eccellenza

Delusione sugli spalti del Comunale nisseno tra i numerosi tifosi al seguito della squadra Foto Corrierediragusa.it

Mussomeli- Santa Croce: 2-1
Marcatori: Virga al 15´ pt, Ribaduo al 16´pt, Bennardo 45´ st

MUSSOMELI: Noto, Mercurio, Prestigiacomo, Costantino, Licari, Genuardi, Chiummento (23’st Arrigo), Cumbo (37’st Di Liberto), Ribaudo, Di Piazza, Virga (18’st Spoto). All Sapia.

SANTA CROCE : Gurrieri, Giarratana (33’st Baeli), Basile, Bennardo, Buoncompagni (20’st Puma), Scacco, Shehu, Cascone, La Vaccara, Bonarrigo, Quintana (1’st Nasello). All.ri Buoncompagni e La Vaccara.

Arbitro. Milana di Trapani.
Note. Ammoniti: Chiummento e Spoto (M); Bennardo e Scacco (SC). Rec: 1’ e 5’


Sconfitta amara per il Santa Croce che, nella finale del Memorial «Orazio Siino» (nella foto), valevole come Coppa Italia di Promozione, oltre all’ambito trofeo, perde anche la seconda possibilità per accedere in Eccellenza. Era stato lo stesso Mussomeli che aveva fatto sperare alla formazione biancazzurra il salto di categoria già domenica scorsa nella finale play off di Promozione giocata a Gela contro il Comprensorio Normanno. In quell’occasione i rossoblù nisseni dovettero però alzare bandiera bianca contro i rossoblù catanesi, non facendo maturare così la prima chance di promozione per il Santa Croce. Una doppia beffa quindi per i colori biancazzurri, al termine di un campionato tribolato, dove la formazione di Buoncompagni e La Vaccara aveva evitato la retrocessione e una vittoria in Coppa avrebbe rivalutato una stagione sfortunata e con-segnato ai tifosi un ambito risultato. Ma non è stato così.

Nel Mussomeli mancavano tre pedine importanti come l’attaccante Scarpinato, il centrocampista Privitera e il difensore Lo Bianco, mentre nel Santa Croce mancavano l’attaccante Rizzo, il mediano Vasile e il difensore Ragusa. Alla lunga le assenze biancazzurre si sono rivelate più gravi di quelle rossoblù che, sulla carta, alla vigilia sembravano più pesanti. Il tecnico nisseno Sapia ha però lavorato sull’organico, puntando molto sul duo Virga-Ribaudo, con quest’ultimo soprattutto che, piazzato sulla fascia sinistra, è stato determinante per efficacia e risoluzione. Dopo un inizio equilibrato, infatti, al 15’ Virga fluidificava sulla fascia sinistra, si liberava di Giarratana e Buoncompagni, entrava in area e insaccava nella porta difesa da Gurrieri. Palla al centro, la sfera giungeva a Cascone che la perdeva, mettendo Virga nelle condizioni di recuperare il pallone, lanciava al limite dell’area Ribaudo che tutto solo colpiva per il 2-0. Il Santa Croce non sapeva reagire e per il resto della frazione il Mussomeli controllava la gara.

Nella ripresa i biancazzurri si gettavano in avanti con più determinazione ma guadagnavano solo due punizioni dal limite, che La Vaccara e Nasello battevano senza esito. Erano invece gli avanti del Mussomeli che creavano, di rimessa, qualche apprensione ai difensori avversari. Il Santa Croce accorciava le distanze al 45’ con un gol di Bennardo ma non c’era tempo per recuperare e il Mussomeli alzava la Coppa e guadagnava la promozione in Eccellenza.