Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 999
SANTA CROCE CAMERINA - 08/05/2014
Sport - Calcio, Promozione: si gioca domenica 18 a S. Cataldo. Tanti tifosi al seguito

S. Croce contro Mussomeli è la finale di Coppa Italia

I biancazzurri affrontano per la prima volta in 70 anni di storia calcistica locale la finale dell’importante trofeo Foto Corrierediragusa.it

E’ ufficiale. La finale di Coppa Italia Promozione, valevole per il Memorial «Orazio Siino», fra il Santa Croce (nella foto) e il Mussomeli si giocherà domenica 18 maggio alle ore 16,30 allo stadio di San Cataldo, vicino Caltanissetta. La data è stata fissata per tenere conto delle finali di play off che si giocheranno domenica prossima 11 maggio, che daranno gli ultimi verdetti dei vari campionati di Promozione. Il Santa Croce si sta preparando alla meglio in vista dell’importante appuntamento sportivo che, come si ricorderà, concederà alla vincitrice della gara, oltre al prestigioso titolo, un posto nel campionato di Eccellenza della prossima stagione.

I biancazzurri affrontano per la prima volta in sessant’anni di storia calcistica locale la finale dell’importante trofeo con il vento in poppa delle ottime prestazioni compiute durante i turni eliminatori, che hanno fatto stropicciare gli occhi ai tifosi santacrocesi. La squadra in questo mese di stop dopo la fine del campionato si è continuata ad allenare regolarmente, con grande e volenteroso impegno. Mercoledì della scorsa settimana il Santa Croce ha affrontato in amichevole il Marina di Ragusa sul campo in sintetico dell’ex-Enal di Ragusa, battendola per 4-1 e dando vita ad una gara dove l’undici biancazzurro ha brillato per impegno e volontà, mostrando una grinta e un agonismo elevati che fanno ben sperare in vista dell’ultimo ma risolutivo impegno della stagione. La gara è servita anche ad affinare l’adattamento della compagine biancazzurra sul fondo del campo in sintetico, visto che la finale di Coppa Italia a San Cataldo si disputerà proprio su questo tipo di superficie.

Durante questa stagione, le gare del Santa Croce disputate sul sintetico hanno coinciso con le migliori prestazioni della squadra, a significare che su questo tipo di fondo i ragazzi allenati da Buoncompagni e La Vaccara si sono trovati a meraviglia. Il Mussomeli invece, al contrario, ha brillato di più in questa stagione sui campi in terra battuta anche se si è comunque distinta bene sulle altre superfici. Per la finale di Coppa Italia nel Santa Croce mancheranno gli squalificati Rizzo e Ragusa, un faro dell’attacco e uno della difesa, ma gli avversari dovranno fare a meno per squalifica anche di elementi importanti come il forte attaccante Scarpinato, il difensore Lo Bianco e il mediano Privitera, come dire tre assi importanti dell’organico rossoblù nisseno.

Il Santa Croce addirittura potrebbe festeggiare con una settimana di anticipo la promozione in Eccellenza. Domenica prossima 11 maggio, infatti, a Gela con inizio alle ore 16,30 si disputerà la finale play off Promozione gironi C e D fra lo stesso Mussomeli e il Comprensorio Normanno. La formazione nissena vorrà già da domenica chiudere i conti con il discorso promozione e farà di tutto per centrare l’obbiettivo, considerando le tre importanti assenze nella finale di Coppa e la qualità dell’undici biancazzurro. E, paradossi del calcio, il Santa Croce e i tifosi saranno presenti a Gela a tifare proprio il Mussomeli in quanto una vittoria dell’undici rossoblù consentirebbe alla formazione santacrocese di guadagnare, come detto, in ogni caso la promozione in Eccellenza in quanto, nella sciagurata ipotesi che perda la finale, lo stesso Mussomeli già promosso libererebbe il posto al Santa Croce.