Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 444
SANTA CROCE CAMERINA - 10/04/2014
Sport - Calcio, Coppa Italia: in finale è andato il Mussomeli. Si giocherà a metà maggio

Il S. Croce batte il Giarre e va in finale di Coppa Italia

Se il il Ribera non avesse perso il S. Croce sarebbe stato già promosso in Eccellenza Foto Corrierediragusa.it

SANTA CROCE – GIARRE 4 – 1
Marcatori: 36’ Bennardo, 41’ Bonarrigo, 14’ st Buoncompagni, 21’st Sottile, 35’st La Vaccara.
SANTA CROCE : Gurrieri 5,5 , Cascone 6,5, Basile 6, Bennardo 6,5, Buoncompagni 6,5 , Ragusa 7, Quintana 6 (36’st Shehu sv), Nasello 6,5, La Vaccara 7 (37’st Puma sv), Bonarrigo 7,5 (39’st Scacco sv), Rizzo 6,5. All.ri Buoncompagni e La Vaccara.

GIARRE : Sciacca 4, Timpano 6 (44’st Di Mauro sv), Villani 6, Messina 6, Licciardello 6,5, Romeo 6, Nirelli 5,5 (26’st Leotta 6), Galiano 6, Aleo 6, Sottile 6,5 (41’st Privitera), Lu Vito 6. All. Romeo.

Arbitro: Sanzo di Agrigento 7.
Note. Ammoniti: Ragusa e Bennardo (SC).Angoli: 1-1. Rec 1’-2’.

Il Santa Croce edizione 2013/14 entra nella storia dello calcio locale. Battendo per 4-1 il Giarre, compagine del girone C già promossa in Eccellenza, la formazione del presidente Marco Agnello si qualifica per la prima volta alla finale del torneo «Orazio Siino», valevole per la Coppa Italia di categoria. L’impresa del Santa Croce avrebbe assunto i connotati del trionfo se nell’altra semifinale giocatasi a Mussomeli fra i rossoblù locali e il Ribera, quest’ultima si fosse qualificata alla finale, in quanto la formazione biancoceleste agrigentina, essendo stata già promossa in Eccellenza, avrebbe fatto scattare il diritto al Santa Croce del passaggio alla stessa categoria, indipendentemente dal risultato della finale. E’ stato invece il Mussomeli a qualificarsi alla finale di Coppa Italia vincendo ai rigori per 4-3 dopo che i tempi regolamentari erano finiti 2-1, lo stesso risultato dell’andata giocatosi una settimana fa in terra agrigentina. E pensare che il Santa Croce era in Eccellenza fino a pochi minuti dalla fine in quanto il risultato era di 1-1, score che consentiva il passaggio al Ribera. Al 91’ però è arrivato il gol del Mussomeli che ha mandato le due squadre ai rigori conclusisi con la vittoria dei padroni di casa. La partita fra il Santa Croce e il Giarre è stata caratterizzata da un equilibrio fino a dieci minuti dalla fine del primo tempo, anche se i locali hanno orchestrato il gioco meglio degli avversari nella prima mezz’ora. Poi al 36’ Bonarrigo fiondava un tiro dal limite sul quale il portiere gialloblù respingeva d’istinto.

Sulla palla si avventava Bennardo che insaccava. Al 41’ da un rinvio del portiere Gurrieri la palla giungeva tra la metà campo e l’area ospite a La Vaccara che lanciava in area Bonarrigo che, solo davanti al portiere, segnava il 2-0. Al 43’ cross in area di La Vaccara per Rizzo che in rovesciata spediva di poco a lato. Nella ripresa al 2’ Aleo trovava la coordinazione giusta per un tiro da fuori area che Gurrieri respingeva a pugni uniti. Al 14’ il Santa Croce portava a tre le segnature. Dalla fascia destra Nasello produceva una punizione pennellata alla perfezione in area per Buoncompagni che di testa mandava nel palo più lontano e insaccava. Rispondevano gli ospiti al 18’ con un tiro dal limite di Galiano di poco sopra la traversa. Al 21’ Messina batteva da centrocampo una punizione direttamente in porta dove Gurrieri si attardava a prendere la posizione fra i pali a causa di un battibecco con l’arbitro e la palla entrava in rete. Il Giarre ci credeva e aumentava la pressione nell’area biancazzurra ma gli attacchi erano sterili e poco incisivi. Al 35’ invece, su un azione di rimessa, la palla giungeva a La Vaccara che, sebbene molto defilato sulla destra, lasciava partire comunque un gran tiro verso la porta. Il giovane portiere Sciacca parava ma il pallone gli sfuggiva rotolando in rete. Alla fine tifosi e giocatori hanno atteso le notizie che provenivano da Mussomeli per far partire una eventuale festa nel caso del passaggio in finale del Ribera ma è stata invece la formazione rossoblù ad aggiudicarsi la semifinale e a rinviare i possibili festeggiamenti per la squadra biancazzurra.

Il Santa Croce dovrà adesso attendere lo svolgimento delle gare dei play off che si concluderanno il 12 maggio dove è impegnato il Mussomeli. Solo dopo tale data sarà nota la data e la sede dello svolgimento della finalissima di Coppa Italia contro la formazione rossoblù nissena. Fino ad allora il Santa Croce riposerà anche se continuerà ovviamente ad allenarsi.