Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1510
SANTA CROCE CAMERINA - 19/03/2014
Sport - Calcio: Ribera, Mussomeli e Giarre le altre qualificate del Memorial Siino

S. Croce miracolo. Vince a Dattilo e va in semifinale

Hanno spiccato Bonarrigo e Quintana che, sul campo in sintetico, hanno fatto emergere le loro peculiari qualità tecniche. Bonarrigo in particolare è stato l’anima del Santa Croce Foto Corrierediragusa.it

Il Santa Croce compie l’impresa dell’anno in Coppa Italia. Sul sintetico di Custonaci, in provincia di Trapani, la formazione biancazzurra si qualifica alle semifinali del memorial «Orazio Siino» battendo per 3-2 il Dattilo, vicecapolista del girone A di Promozione, dopo che all’andata quindici giorni fa in terra ragusana le due squadre avevano pareggiato 0-0. Al momento topico della stagione i ragazzi allenati da Samuele Buoncompagni e Calogero La Vaccara hanno tirato fuori la migliore forma tecnica e agonistica plasmando una partita da incorniciare che permette per la seconda volta in tre anni al Santa Croce di qualificarsi alle semifinali del prestigioso torneo.

La storia della gara ha visto il Santa Croce passare in vantaggio quasi a freddo al 3’ con La Vaccara ma subire il pareggio al 39’ e il 2-1 al 45’. Sotto di un gol la formazione biancazzurra scendeva in campo nella ripresa con il piglio giusto pareggiando 2-2 al 12’ con un gol di Bennardo. Al 32’ il Santa Croce passava in vantaggio per 3-2 con un rigore trasformato da Rizzo. Un minuto dopo il direttore di gara concedeva però un rigore al Dattilo che il portierone Gurrieri parava, risultando forse determinante per la qualificazione del Santa Croce. Se avesse subito il 3-3 la formazione biancazzurra sarebbe stata comunque qualificata per via dello 0-0 dell’andata (nella foto: un´azione della gara). Sulla parità e con un quarto d’ora da giocare il Dattilo però avrebbe premuto sull’acceleratore grazie alla condizione psicologica favorevole e avrebbe creato le condizioni forse per andare in vantaggio e qualificarsi. La parata di Gurrieri, che ha sventato la trasformazione del rigore, è stata quindi determinante e il Santa Croce ha condotto in porto questo importante risultato.

Merito di tutti i giocatori sui quali hanno spiccato Bonarrigo e Quintana che, sul campo in sintetico, hanno fatto emergere le loro peculiari qualità tecniche. Bonarrigo in particolare è stato l’anima del Santa Croce. Ispiratore delle manovre in avanti, ideatore delle migliori giocate, vero assist-man della sua squadra, l’ex Ragusa e Palazzolo ha dato il meglio di sé, contribuendo ad un risultato che apre le porte forse ad un traguardo importante. Il risultato infatti concede straordinarie prospettive alla compagine del presidente Marco Agnello in quanto, come si sa, chi vince il memorial «Orazio Siino» è promosso direttamente in Eccellenza.

Le altre squadre qualificate alle semifinali sono infatti il Ribera, già promosso in Eccellenza; il Mussomeli, qualificatosi ai play off fra le seconde dei gironi e il Giarre, attualmente secondo in classifica del girone C di Promozione. Il Santa Croce quindi ha grandi possibilità considerando che le altre tre formazioni sono ad un passo della promozione in Eccellenza e potrebbero lasciare libero un posto anche per una squadra che vada solo in finale senza vincere il torneo. I calcoli comunque verranno fatti dopo. Intanto il Santa Croce, giocatori, dirigenti e tifosi, si godono questa importante vittoria che restituisce a questa disciplina una squadra che potrebbe entrare nella storia dello sport locale.