Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 542
SANTA CROCE CAMERINA - 08/09/2012
Sport - Calcio, Promozione: solo 3 squadre iblee al via nel girone che comprende siracusane e catanesi

Al via la Promozione con S. Croce, Scicli e Real Ragusa

I biancazzurri di Gaetano Lucenti giocano a Brucoli contro il Città di Augusta Foto Corrierediragusa.it

Inizia il campionato di Promozione con sole tre squadre della provincia di Ragusa incluse nel girone D, che comprende compagini anche delle provincie di Catania e Siracusa.
Questo il programma della giornata:

Città di Augusta – Santa Croce
Real Ragusa – Enzo Grasso
Scicli – Atletico Catania


Dopo la scomparsa della Virtus Ispica e la retrocessione in prima categoria dell’Orsa Ragusa, sono solo il Santa Croce e lo Scicli, rispetto allo scorso campionato, che si ripresentano ai nastri di partenza del torneo, affiancate dalla neopromossa Real Ragusa, preveniente dalla prima categoria. La squadra di Guarino rappresenta la nuova linfa vitale del calcio ragusano, dopo l’exploit dello scorso anno nel torneo cadetto, torneo vinto con autorevolezza e caparbietà.

Fra le fila della squadra acatese (ricordiamo che il Real Ragusa è una società di Acate che ha rilevato il titolo di una società ragusana) spicca oltre al figlio del mister, quel Ciccio Guarino per anni al Santa Croce e fra i protagonisti della promozione in Eccellenza nel 2010, anche un’altra conoscenza del calcio santacrocese, Saro Russo, anch’egli fino allo scorso campionato al Santa Croce e anche lui fra i protagonisti della promozione della formazione biancazzurra nel massimo campionato regionale. Si parla anche di un possibile acquisto di Daniele Rizzo, che però potrebbe anche andare a Vittoria.

Incredibile, per certi versi, la situazione dello Scicli, in ritardo di preparazione e con forti problemi societari al punto che la squadra non si è potuta presentare a Santa Croce alla prima di andata del primo turno di Coppa Italia, avendo la partita persa e subendo l’eliminazione dal torneo. La dirigenza dello Scicli, che era riuscita a perfezionare l’iscrizione al campionato, è stata capace anche, non solo a riunire i giocatori, ma ad ingaggiare nelle ultime ore nomi di spicco che hanno giocato in squadre di Eccellenza, come Filippo Raciti, che proprio ieri ha abbandonato il Vittoria, ed elementi come Ucciardo e Fazzino, lo scorso anno nel Modica. Segni di vitalità da parte della dirigenza cremisi che restituiscono al calcio ragusano e allo sport una società ricca di tradizione e di prestigiosi risultati.

Di tutto rispetto invece il ruolino di presentazione del Santa Croce che ha inserito Gaetano Lucenti come tecnico, rinvigorito con molti giovani la squadra e valorizzato elementi di proprietà della società. Con i cardini basilari di un progetto di valorizzazione dei suoi elementi per almeno tre anni e delle spese oculate ma che hanno comunque portato elementi di spicco come Calogero La Vaccara, Giuseppe Nasello e il portiere Cavone, il Santa Croce si prefigge un campionato di media-alta classifica che può portare forse ad obbiettivi al di là delle proprie aspettative.

Il Santa Croce aprirà giocherà a Brucoli contro il «Città di Augusta». Mancheranno Nasello, infortunato e, notizia delle ultime ore, Marco Basile, che sarà assente anch’egli per infortunio. Di contro, in positivo, anche questa notizia delle ultime ore, gli acquisti di due giovani: Michele Latino, classe ’95, difensore centrale e Natfà Tibti, di origini tunisine, classe ’95, trequartista, lo scorso anno con una apparizione a Modica.

La formazione che affronterà il «Città di Augusta» sarà con tutta probabilità: Cavone, Trama, Agosta, D’Agosta, Fazio, Iurato, Consalvo, Abbondio, La Vaccara, Quintana, Aprile.