Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1037
SANTA CROCE CAMERINA - 26/08/2012
Sport - Calcio: la società cremisi avrà partita persa per 3 - 0 ed i padroni di casa passano il turno

Lo Scicli non si presenta a S. Croce e salta la Coppa

Il tecnico Gaetano Lucenti ha organizzato una partitella in famiglia che ha impegnato l’intera rosa dei giocatori

S. Croce - Scicli
Non disputata per mancata presentazione della squadra ospite


Il primo turno di andata fra il S.Croce e lo Scicli si è concluso con un nulla di fatto a causa della mancata presentazione della squadra ospite, attualmente coinvolta in una perdurante crisi societaria. L’arbitro Massimo Occhipinti di Ragusa ha atteso 45 minuti dopo l’orario di inizio della partita, fissata per le ore 16, dopo i quali ha decretato la partita non disputata e la vittoria a tavolino per 3-0 per il Santa Croce.

Il tecnico della formazione locale, Gaetano Lucenti, aveva schierato questa formazione: Cavone, Trama, Fazio, Abbondio, Basile, Iurato, Agosta, Consalvo, D’Agosta, Quintana, La Vaccara, Aprile. La prima partita ufficiale della stagione sarebbe servita al tecnico biancazzurro per perfezionare la preparazione in vista dell’inizio del campionato di Promozione fissato per il 9 settembre. Saltata la gara con i cugini cremisi, il tecnico Lucenti ha organizzato una partitella in famiglia che ha impegnato l’intera rosa dei giocatori del Santa Croce, sfruttando l’appuntamento in un impegno agonistico che ha permesso un’ulteriore rifinitura atletica.

Il Santa Croce dovrà ancora mettersi alla prova solo in partite non ufficiali anche nelle prossime settimane in quanto il ritorno del primo turno di Coppa Italia con lo Scicli, che dopo questo rifiuto della squadra cremisi salterà, sarà sostituito da una amichevole che la società organizzerà nei prossimi giorni.

Il forfait dello Scicli era nell’aria da giorni. La società aveva provveduto all’iscrizione al campionato di Promozione ma per il resto era caos completo con la squadra che non era stata assemblata, i giocatori non si erano fino adesso allenati e gli «under 21» sparsi nelle diverse squadre della provincia. Era inverosimile che lo Scicli potesse ottemperare agli impegni di Coppa Italia mentre un barlume di speranza per la presenza ai nastri di partenza della Promozione esiste ancora in pieno. L’iscrizione al campionato dilettantistico è un timido segnale che la società ha intenzione di proseguire nell’attività agonistica sebbene i problemi economici e di organizzazione societaria hanno appunto rallentato l’inizio della fase preparatoria vera e propria.

La speranza, come detto, è che lo Scicli riesca, in questi 15 giorni che mancano all’inizio della Promozione, a dare un volto alla squadra, ad organizzarsi tecnicamente e a consolidare una base di giocatori per affrontare il campionato. Una società gloriosa come quella cremisi, quantunque già in passato abbia affrontato situazioni difficili, è attesa dai tifosi ad una reazione per non disperdere tutto il bagaglio tecnico e sportivo accumulato in decenni di attività sportiva.