Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 484
SANTA CROCE CAMERINA - 04/04/2011
Sport - Calcio Eccellenza: dopo la sconfita nel derby con il Ragusa

S. Croce non si salva dal girone dantesco dei play out

Il direttore sportivo del S.Croce, Franco Pluchino, punta l’indice pure sugli esiti delle altre partite

Un pubblico delle grande occasioni e gli spalti del «Kennedy» pieni in ogni ordine di posti non sono bastati al S.Croce per coronare il sogno di raggiungere la salvezza senza passare dai play out. La sconfitta subita dal Ragusa in casa ha tagliato le gambe alla formazione biancazzurra che adesso deve fare una vera e propria impresa a Messina, nell’ultima giornata, per guadagnarsi la mancata disputa dei play out.

Molteplici le cause che hanno portato alla sconfitta con la formazione azzurra: un approccio ancora una volta sbagliato alla partita; una errata convinzione della direzione tecnica di avere di fronte un Ragusa votato all’attacco; troppo nervosismo in campo e, non ultima, per l’ennesima volta, una direzione arbitrale chiaramente avversa al S.Croce. Ben due sono stati infatti i rigori negati alla formazione di casa, al 6’ per un fallo di mano in area e al 20’ per atterramento in area di Rametta. Due chiari episodi da rigore che potevano cambiare la partita e che invece, sommato all’autogol di Basile al 33’, hanno sfiduciato la squadra e creato le premesse per la sconfitta.

Il direttore sportivo del S.Croce, Franco Pluchino, punta l’indice pure sugli esiti delle altre partite. «Se il pareggio fra Acicatena e Trecastagni ci poteva stare – osserva il ds del S.Croce – se la vittoria dell’Enna a Spadafora ci poteva stare, molto strano invece è il risultato di Palazzolo con il Vittoria che agguanta i tre punti quando noi eravamo sotto la doccia dopo una partita iniziata con molto ritardo, un infortunio che si è protratto per ben sette minuti e il gol del 2-3 sul filo del 90’ minuto».

Una sconfitta del Vittoria avrebbe messo al sicuro i play off per il Città di Messina e reso meno strano un finale di campionato a cui sembrava non dover assistere. Adesso tutto per il S.Croce è puntato alla partita di domenica dove il Città di Messina dovrà battere necessariamente la formazione biancazzurra. I ragazzi del presidente Agnello però non partiranno sconfitti, anche se mancheranno tre pedine importanti come Romeo, Virga e Crisafulli. La tranquillità derivata dalla difficoltà di superare i peloritani potrebbe però creare le premesse per una partita dagli esiti non completamente chiusi a un pronostico favorevole.