Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1541
SANTA CROCE CAMERINA - 21/03/2011
Sport - Calcio Eccellenza: non ancora decisa la data del recupero, si parla di fine mese

Per il S. Croce tour de force dopo lo stop per nebbia di Enna

La società protesta per la rinuncia del Paternò contro il Belpasso

Tra la nebbia e il temporale che si è abbattuto sul campo di Enna il S.Croce non ha trovato spazio per poter disputare la partita che la vedeva opposta all’undici gialloverde e proseguire nel tentativo di evitare i play out. Così l’undici biancazzurro ha dovuto fare ritorno a casa, recriminando con la sorte avversa in quanto questa partita dovrà comunque essere recuperata di settimana, costringendo la squadra a disputare tre partite nell’arco di otto giorni.

Forse domani si saprà quando potrà essere recuperata. Le date a disposizione si restringono a due: il 30 marzo, tra la partita in casa con l’Aquila Caltagirone e quella in casa con il Ragusa oppure il 6 aprile tra la partita casalinga con i cugini ragusani e quella esterna con il Città di Messina. Altra tegola è quella che Rametta, che doveva scontare il turno di squalifica con l’Enna, a causa della mancata disputa della gara, dovrà scontare il turno di punizione domenica prossima nella partita in casa con l’Aquila Caltagirone, nell’incontro, sulla carta, più difficile rispetto a quello con l’Enna.

Ma le recriminazioni non finiscono qui. Il direttore sportivo del S.Croce, Franco Pluchino, punta l’indice sul ritiro del Paternò dal campionato, le cui mancate presentazioni rappresentano altrettante partite perse anche per squadre che stanno lottando per non retrocedere. Come il Belpasso, squadra in lotta per la salvezza, che si è avvantaggiato domenica scorsa della mancata presentazione del Paternò e si aggiudicherà i tre punti senza fatica. La recriminazione parte dal fatto che il S.Croce proprio contro il Paternò a gennaio ha perso per 1-0 la sfida con la formazione catanese perdendo tre punti importanti per evitare i play out. Il ds Pluchino parla di «campionato chiaramente falsato» che il S.Croce cercherà comunque di raddrizzare nelle ultime quattro partite che rimangono.