Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 243
SANTA CROCE CAMERINA - 31/01/2011
Sport - Calcio Eccellenza: si acuisce la crisi in casa camarinense

Il tecnico Digiacomo se ne va e Agnello medita di mandare in campo i giovani

Le sordi del Santa Croce appese a un filo. Tutto dipenderà dall’incontro del presidente Marco Agnello e i giocatori. O si accetta un piano per la salvezza o tutti a casa
Foto CorrierediRagusa.it

Adesso la crisi nel S.Croce è ufficiale. Il tecnico Andrea Digiacomo ha rassegnato le dimissioni che sono state accettate dalla società nel pomeriggio di ieri dopo una riunione fra i dirigenti. Digiacomo si è sentito in dovere, sostiene, di mettersi da parte per il bene della squadra e della società, dopo la deludente prestazione di domenica in casa contro il Belpasso finita 0-0 che bissava una serie di deludenti partite interne ed esterne in cui l’undici biancazzurro non ha ottenuto nemmeno una vitto-ria.

Il tecnico ha preso atto della situazione che si era venuta a creare negli ultimi mesi: «Non ho potuto alla fine – ammette Digiacomo – accettare certe situazioni che si erano venute a creare per cui qualcuno doveva prendersi le proprie responsabilità e quindi ne ho tratto le dovute conseguenze. Non c’è stata – puntualizza l’ormai ex tecnico del S.Croce - nessuna situazione polemica con il presidente, né tantomeno con dirigenti o altri e sono tranquillo e sereno sulle scelte tecniche che ho portato avanti in questi mesi, non avendo niente da rimproverarmi. Ho seguito anche – precisa ancora Digiacomo - gli orientamenti della società in base alle disponibilità economiche e ai programmi sportivi e in definitiva la mia decisione non deve essere vista come un gesto per defilarmi».

E’ molto amareggiato anche il presidente Marco Agnello non solo per l’andamento tecnico della squadra ma anche per l’atteggiamento tenuto dalla tifoseria domenica scorsa, che non ha incitato la squadra nei momenti difficili. Oggi pomeriggio il direttore sportivo e quello generale incontreranno i giocatori per un faccia a faccia sul futuro della compagine biancazzurra e sulle prospettive di riscossa, soprattutto a livello di impegno dei singoli. Solo dopo questo chiarimento la dirigenza potrà muoversi per individuare le opportune scelte tecniche e programmare un adeguato rilancio della squadra per cercare di centrare l’obiettivo della salvezza, ancora facilmente raggiungibile.