Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:40 - Lettori online 864
SANTA CROCE CAMERINA - 12/12/2010
Sport - Calcio Eccellenza: i camarinensi impongono il pari alla formazione peloritata

Il S. Croce inchioda sull´1-1 il blasonato Città di Messina

Ospiti in vantaggio con Pirrotta al 1’ del secondo tempo, raggiunti dagli uomini di Digiacomo alla mezz’ora con Iurato
Foto CorrierediRagusa.it

SANTA CROCE CAMERINA - CITTA’ DI MESSINA 1 – 1

Marcatori: 1’st Pirrotta, 32’ st Iurato.

S. CROCE CAMERINA : Scifo 6, De Maria 6, Basile 7 (32’st Gambino sv), Iurato 7, Guarino 7,5, D’Iapico sv (8’ Picano 4,5), Incardona 6,5, Calascibetta 5,5, Rametta 6,5, Rizzo 5, Di Vita sv (19’ Sella 6,5). All. Digiacomo.

CITTA’ DI MESSINA : Machmach 6, Cappello 6, Mondello 6, Raimondi 6,5, Cammaroto 5, Librizzi 6 (31’st Giardina sv), Pirrotta 7, Santamaria 5,5, Cannavò 6, Buda 6, Pulejo 6 (12’st Panarello 6). All. Accetta.

Arbitro: Riso di Enna 4,5.

Note: angoli 3-2 per i locali. Espulsi Rizzo al 28’ e Cammaroto al 43’st. Ammoniti: Calscibetta (SC); Pulejo, Buda, Raimondi, Cappello e Panarello (CM). Recupero 2’ e 6’.


A sottoscrivere un pari fra il S.Croce e il Città di Messina non ci avrebbero pensato nessuna delle due squadre prima della partita, la squadra di casa desiderosa di riscattarsi dalla sconfitta di quattro giorni prima, quella ospite per sfruttare lo scontro con una formazione di metà classifica e quindi, sulla carta, più abbordabile. Ci ha pensato invece il direttore di gara, il signor Riso di Enna, che ha cercato di mettere tutto alla pari con decisioni assurde e palesemente erronee, maturate nell’incedere della partita.

Bene comunque il S.Croce che, in dieci uomini per un’ora, guadagna un punto prezioso. Bene il Messina che si è dimostrata formazione ben determinata e agonisticamente valida. Le squadre scendono in campo con obbiettivi diversi. Il S.Croce, che mancava dei due uomini che avevano fatto il centrocampo per tutto il girone di andata, Russo e Romeo, squalificati, presentava sin dall’inizio i due nuovi acquisti, Calascibetta a centrocampo e Rametta in attacco, sacrificando Sella e Gambino in panchina, con D’Iapico a centrocampo a fare reparto assieme al nuovo arrivato. Dopo otto minuti lo stesso D’Iapico però doveva lasciare il campo per un infortunio lasciando il posto ad un evanescente Picano.

Nel Città di Messina mancavano Puzone e Assenzio infortunati sostituiti da Mondello e Pulejo che non hanno demeritato ma non sono stati molto incisivi. Il nuovo acquisto Buda faceva il suo esordio in avanti mentre l’altro nuovo arrivato fra le file giallorosse, Giardina, è entrato solo a un quarto d’ora dalla fine, senza dare grande apporto in avanti. Anche Buda ha un po’ tradito le aspettative, forse per problemi d’ambientamento, sebbene qualche sprazzo di bel gioco lo ha fatto vedere. Alla fine la formazione messa in campo da mister Accetta ha giganteggiato nei contrasti a centrocampo, nei raddoppi di marcatura e nella manovra d’insieme ma è apparsa deficitaria per concretezza e realizzazione del gioco. La formazione locale invece è apparsa un po’ appannata, soprattutto nel primo tempo, con Calascibetta, orfano di D’Iapico a centrocampo, che è rimasto solo senza riuscire a poter costruire un gioco efficace.

Ben augurante però è stata la reazione biancazzurra dopo lo svantaggio. L’inizio partita è stato molto equilibrato. Solo tiri velleitari dal limite, come quello di Calascibetta al 10’ e di Santamaria al 20’. Quando al 22’ il guizzo in area di Pulejo, steso da Picano, poteva creare le premesse per una momentanea supremazia degli ospiti, con il chiaro fallo da rigore, ci pensava l’arbitro a riportare tutto alla pari non concedendo la massima punizione agli ospiti e anzi ammonendo lo stesso Pulejo per simulazione. E visto che il direttore di gara l’aveva fatta grossa, per compensare ha pensato bene di espellere Rizzo al 28’ per un fallo duro, ma non da espulsione, su un avversario durante un acceso contrasto a centrocampo. Al 43’ della ripresa il direttore di gara completava poi la sua «opera» espellendo Cammaroto per un innocuo fallo su un avversario che non meritava neanche l’ammonizione. Nella prima frazione, al 39’ colpo di testa di Buda respinto a pochi passi dalla porta da Guarino. Al 43’ gran tiro di Sella dal limite che Machmach parava in due tempi. Al 45’ era la volta di un tiro di Librizzi dal limite con efficace parata di Scifo. Al 46’ altro gran tiro di Sella, respinto dal portiere ospite sul quale tirava a botta sicura Incardona che costringeva Pulejo a una deviazione di testa sulla linea.

Dopo appena trenta secondi dall’inizio della ripresa i giallorossi passavano in vantaggio. Cross dalla destra per Pirrotta che lasciava di stucco due difensori e il portiere e insaccava. Dopo il gol il Città di Messina si rilassava e il S.Croce usciva imperioso e determinato. Al 10’ Sella in buona posizione vedeva il suo tiro diretto in porta deviato da un suo compagno. Al 27’ su punizione di Incardona, il portiere respingeva, interveniva Rametta che a due metri dalla porta tirava alto. Al 32’ ancora punizione di Incardona con Iurato che staccava di testa in area e insaccava. Finale concitato ma senza altre occasioni da ambedue le parti.

Nella foto in alto, un´azione della gara

RISULTATI DELLA 15. GIORNATA, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO
Spadaforese - Ragusa 0-0 (sabato)
Belpasso - Trecastagni 0-0 (sabato)
AquilaCaltagirone-RealAvola 1-1
Acicatena-Enna 1-1
Giarre-Paternò 0-0
Palazzolo-Biancadrano 0-0
SantaCroce-CittàdiMessina 1-1
Taormina-Vittoria 0-0

Classifica
Biancadrano 33
RealAvola 30
Palazzolo 28
Ragusa 25
Vittoria 23*
CittàdiMessina 21
Taormina 21
AquilaCaltagirone 19
Acicatena 19
SantaCroce 17
Giarre 16
Trecastagni 15
Belpasso 15
Enna 13*
Spadaforese 13
Paternò 2 (-2)
*una gara in meno

Prossimo turno 19/12/10
Acicatena - Ragusa
Aquila Caltagirone - Paternò
Belpasso - Enna
Città di Messina - Real Avola
Giarre - Vittoria
Palazzolo - Trecastagni
Santa Croce - Spadaforese
Taormina - Biancadrano