Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 499
SANTA CROCE CAMERINA - 11/12/2010
Sport - Calcio Eccellenza: camarinensi cercano il riscatto dopo il derby

Il Santa Croce contro il Messina vuole ribaltare il pronostico

Digiacomo non potrà contare su Romeo e Russo, squalificati
Foto CorrierediRagusa.it

Archiviata la sconfitta con il Ragusa, dove le involuzioni tecniche a centrocampo di alcuni uomini hanno toccato l’apice, il S.Croce si prepara ad affrontare una grande del torneo, quel Città di Messina favorita della vigilia ma che non è riuscita fino adesso ad inserirsi nel novero delle prime della classe. La formazione del presidente Nibali giungerà nella cittadina iblea determinata a portare a casa il massimo dei punti. Lo dice la sua classifica che la pone attualmente fuori dai play off ma lo dicono soprattutto i due nuovi acquisti perfezionati dal club giallorosso in settimana, Buda e Giardina, un attaccante e un centrocampista di valore.

Anche il S.Croce, grazie alle precise indicazioni del dsFranco Pluchino (nella foto), ha assestato in settimana due bei colpi di mercato che dovrebbero finalmente aiutare a dissipare le magagne in fase di costruzione del gioco viste nella seconda metà del girone di andata. Sono stati infatti acquistati Antonio Calascibetta, classe ’84, centrocampista, proveniente dal Mazara di serie D e Michele Rametta, classe ’89, attaccante, in forza in questo campionato al Trecastagni. Calascibetta, ha un palmares di trascorsi in altre squadre del tutto invidiabile. Ha avuto esperienze con la Reggiana in serie C1, nel Cosenza in C2 e perfino nella serie A greca con lo Skoda Xanti, partecipando ad una edizione della Coppa Uefa.

«E’ un centrocampista di qualità – osserva il ds Franco Pluchino - che dovrebbe fare reparto assieme a Romeo e permettere quel salto di qualità di cui la squadra ha bisogno. Anche Rametta – sostiene il ds del S.Croce - dovrebbe garantire qualità in attacco e, come attaccante esterno, sopperire nel gioco e nella posizione a quanto Costa aveva fatto vedere fin tanto che è stato a S.Croce. La squadra – ammette in definitiva Pluchino – dovrebbe essere più equilibrata senza che il modulo venga stravolto». La società è anche alla ricerca di elementi del ’92 per rinfoltire il parco juniores. Ad una settimana dalla cessione di Samuele Buoncompagni all’Enna anche il centrocampista Giuseppe Nasello lascia la squadra rimanendo in lista di svincolo in attesa di un suo trasferimento ufficiale.

Per la partita contro il Città di Messina mancheranno Romeo e Russo, squalificati, per cui il tecnico Andrea Digiacomo dovrà inventarsi il centrocampo, sebbene i due nuovi acquisti dovrebbero fare l’esordio. «Contiamo sul fattore campo e sui nuovi acquisti – ammette il tecnico - perché giocare in casa è un elemento a nostro vantaggio sebbene incontriamo una squadra di un certo livello a caccia di punti, che ci consentirà anche di avere un test importante per il prosieguo del campionato». Ipotizziamo quindi la formazione che potrebbe scendere in campo contro il Città di Messina: Annese, Guarino, Fazio, Calascibetta, Iurato, D’Iapico, Scifo, Picano, Gambino, Rizzo, Rametta.