Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1554
SANTA CROCE CAMERINA - 08/12/2010
Sport - Calcio Eccellenza: "cugini" a confronto all’Aldo Campo

La prima volta di Ragusa-S. Croce, derby carico di interesse

Il Ragusa lanciatissimo dopo il 4-1 all’Enna cerca di bissare contro la formazione camarinense
Foto CorrierediRagusa.it

Ancora una trasferta per il S.Croce, stavolta vicino a casa, all’ «Aldo Campo» di Ragusa, dove darà vita a un derby dalle grandi attese con la formazione azzurra e con una cornice di pubblico insolita, dove è prevista una folta rappresentanza di quella santacrocese che approfitterà dell’incontro di cartello grazie alla giornata festiva e al clima che si prevede gradevole.

La squadra blasonata della città capoluogo contro la matricola inesperta di una cittadina di provincia. La formazione in cerca della consacrazione nelle alte vette della classifica di Eccellenza contro l’undici difficilmente domabile cha ambisce a rimanere in questa categoria. La forza dell’esperienza contro quella della caparbietà. Non c’è che dire: sarà un bel derby.

A giocarlo a viso aperto sarà certamente il S.Croce che avrà dalla sua la voglia di fare bella figura e, perché no, di fare uno sgambetto alla più titolata avversaria, ricca di nuovi acquisti, compreso l’ex santacrocese Elamroui che è già andato a segno nella sua nuova squadra. Il S.Croce si presenta al derby con il Ragusa orfana di valide pedine. Oltre all’italo-tunisino, la formazione del presidente Marco Agnello e del direttore sportivo Franco Pluchino ha perso Costa e, forse Sella, il primo andato al Biancadrano e il secondo sulla via del ritorno a Modica. Paradossalmente però lo sfoltimento della rosa potrebbe favorire un rapido assestamento tattico e un consolidamento dell’equilibrio fra i vari reparti i cui segnali si sono già intravisti domenica scorsa contro il Caltagirone nella trasferta in terra calatina, a parte il pessimo terreno di gioco.

A Ragusa in fatto di terreno di gioco dovrebbe andare meglio per il S.Croce, sebbene vi abbia giocato alcune deludenti partite come contro il Real Avola e il Trecastagni, quando è stato utilizzato come campo neutro di alcuni incontri casalinghi. Il tecnico Digiacomo sarà ancora una volta però con il problema dello schema tattico, croce e delizia quest’anno del S.Croce, alla ricerca, quasi alla fine del girone di andata, della sua migliore identità. Ci proverà anche questa volta, il giovane tecnico comisano, a trovare il migliore assetto tattico e chissà non sia quella buona.

La dirigenza intanto è alle prese con la scelta di almeno un elemento del ’92 per garantire un più elevato livello tecnico ai giocatori juniores. Buone notizie giungono dal fronte della costruzione delle nuove tribune. Ieri la ditta incaricata del montaggio delle tribune in ferro per i tifosi loca-li e per gli ospiti e della copertura della tribuna dei tifosi locali, ha provveduto a recuperare tutto il materiale e domani inizierà a montare i nuovi spalti. Difficilmente però domenica per S. Croce- Città di Messina la partita sarà seguita dai tifosi nelle nuove tribune. Si aspetterà per questo il nuovo anno.