Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 630
SANTA CROCE CAMERINA - 26/09/2010
Sport - Calcio Eccellenza: seconda prodezza dei camarinensi in campo esterno

Calcio: Santa Croce vola in trasferta e va al secondo posto

Tripletta di Costa, Gambino e Sella non dà scampo ai padroni di casa. La squadra di Andrea Digiacomo si conferma matricola terribile

Sarebbe facile dire che il S.Croce è una formazione da partite esterne dopo la vittoria per 3-0 a Militello Val di Catania, in campo neutro, contro l’Acicatena, formazione lo scorso anno in serie D. E’ invece più facile dire che l’Upd S.Croce sta dimostrando di saperci stare in questo campionato di Eccellenza, miraggio da 60 anni per l’ambiente calcistico di una piccola cittadina come S.Croce Camerina. La reazione dopo la sconfitta di domenica scorsa in casa contro il Real Avola è stata quindi immediata e convincente, quasi a confermare, se mai occorreva ribadirlo, che la sconfitta contro i siracusani è sembrata immeritata ed eccessiva.

Contro l’Acicatena la vittoria è stata invece chiara e schiacciante e ha bissato quella della prima di campionato contro la Spadaforese. Il S.Croce ha imposto sin dall’inizio il proprio gioco e la propria superiorità tecnica e tattica, sostenuta da una buona condizione fisica e morale, derivante proprio dal convincimento di rappresentare una formazione dalle buone qualità.

La compagine di Andrea Digiacomo è passata subito in vantaggio al primo minuto di gioco grazie ad un diagonale di Costa che, servito in profondità da Gambino, si defilava sulla destra e insaccava. L’Acicatena non riusciva per tutto il primo tempo a reagire se non in un paio di occasioni dove però la difesa biancazzurra controllava agevolmente.

Nella ripresa, intorno al 20’, il S.Croce raddoppiava. Un lungo lancio dalla difesa metteva stavolta Gambino nelle condizioni di involarsi in area e segnare. L’Acicatena subiva il colpo e non riusciva a raddrizzare la partita. Il S.Croce nel finale piazzava invece il colpo del ko con Sella che, in contropiede, superava i difensori e realizzava il 3-0. Con sei punti in tre partite il S.Croce è adesso secondo in classifica a pari punti del Vittoria e un punto sotto le capoliste Ragusa e Città di Messina.