Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 12 Novembre 2018 - Aggiornato alle 15:14
SANTA CROCE CAMERINA - 05/02/2018
Sport - Calcio, Promozione/D: si gioca mercoledì, gara posticipata alle 15,30 al "Kennedy"

Tra S. Croce e Modica un derby di alta classifica con tanti ex

Tra i padroni di casa mancano Fiore, Di Rosa e Sammartino Foto Corrierediragusa.it

Nell’ambiente biancoazzurro si recrimina fortemente per il risultato di sabato scorso a Motta S.Anastasia contro la compagine locale e finito 1-1. Non ci sono stati errori arbitrali o occasioni clamorose sciupate da parte della formazione di Lucenti ma, data la qualità della formazione catanese, terz’ultima in classifica e di qualità tecniche che giustificano la posizione, dirigenti e giocatori la considerano una mancata vittoria. Le vittorie a calcio però si raggiungono grazie alle maggiori reti segnate e non per «presunzione di superiorità tecnica». Il Santa Croce reti ne ha segnate quanto gli avversari, cioè una sola, e la vittoria non è venuta. La colpa è solo della squadra che non si è espressa al meglio e dei giocatori che non hanno avuto la giusta verve agonistica e tecnica. Occorre quindi che tecnico, giocatori e dirigenti guardino avanti e affrontino i prossimi impegni con la corretta dose di impegno e di concentrazione. Ad iniziare dalla gara di mercoledì prossimo contro il Modica che sarà un ottimo banco di prova di riscossa per gli uomini di Lucenti.

Sarà un derby combattuto con il solo rammarico – questo si! – che viene giocato il mercoledì quando di fine settimana poteva offrire una migliore cornice di pubblico. Scherzi del calendario che comunque ha messo di fronte la terza in classifica con la formazione rossoblù reduce dalla vittoria contro la vicecapolista Misterbianco. Per questi motivi e per l’atmosfera elettrizzante del derby, la gara offrirà sicuramente spunti di grande attrattiva e di interesse. Lucenti per la partita contro il Modica recupererà i due squalificati Fiore e Di Rosa mentre non disporrà ancora di Sammartino, infortunato, per il quale i tempi di recupero saranno piuttosto lunghi.
«Senza una giusta mentalità non si va da nessuna parte –rileva il tecnico Lucenti– Contro il Motta, sabato scorso, ho visto nel primo tempo una squadra spenta è troppo compassata. È mancato, come ci capita oramai da tante domeniche, - ammette il tecnico biancoazzurro - un approccio adeguato alla gara e solo dopo essere andati sotto, decidiamo di iniziare a giocare. Questo metodo non porta da nessuna parte, i nostri avversari sono sempre più affamati di noi e ci aggrediscono dal primo minuto, così come farà il Modica mercoledì prossimo che sarà galvanizzato dalla vittoria contro il Misterbianco. È giunta l’ora quindi di darci una scossa, principalmente mentale, e nel derby contro i rossoblù modicani mi aspetto di vedere un atteggiamento diverso».

Arbitro della gara sarà il signor Aquilina di Agrigento e la partita inizierà alle ore 15,30 anziché alle ore 15 in quanto la dirigenza biancoazzurra ha chiesto il posticipo di mezz’ora per permettere più affluenza di pubblico e per assecondare alcuni motivi logistici e organizzativi visto la disputa della partita di mercoledì. Il tutto grazie alla disponibilità dell’impianto di illuminazione, recentemente ripristinato al «Kennedy».

(foto: una fase della gara di andata tra le due squadre al "Barone")