Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 821
RAGUSA - 24/05/2009
Sport - Basket: le ragazze ragusane promosse dopo appena 2 anni di B

Basket: Passalacqua Rg in A2. Il sogno è diventato realtà

Un risultato storico e fino a poco tempo fa impensabile

Passalacqua spedizioni - Città Futura Roma – 73-72

PASSALACQUA SPEDIZIONI RG: Drago 10, Mazzone 7, Miceli 8, Ballardini 12, Gusatella C. ne, Carbone ne, Licitra 3, Guastella V., Linguaglossa 14, Grima 19. All. Leggio.

CITTA’ FUTURA ROMA: Grattarola 12, Servillo 7, Cinili 7, Quarta 17, Piervenanzi 5, Nnodi 5, Arimattei 6, Toto 7, Rulli, Tava 6. All. D’Antoni.

ARBITRI: Ambrosi e Giannotta di Mantova.

PARZIALI: 19 – 29 / 33 – 48 / 51 – 59

La serie A non è più un sogno ma l’incredibile realtà per le ragazze della Passalacqua Ragusa. Un risultato storico e fino a poco tempo fa impensabile dopo appena due anni di permanenza nel campionato di B d’Eccellenza.

Invece la squadra, dopo un duro lavoro portato avanti con fatica e determinazione, ha alla fine centrato un obiettivo di straordinaria importanza per tutta la Ragusa della pallacanestro. La Passalacqua spedizioni è in serie A/2, merito di una squadra che ci ha creduto fino alla fine, dello staff tecnico che ha lavorato come meglio non si poteva, e di una società che ha dimostrato di sapere fare le cose davvero per bene.

Una gara tutta in salita per le ragusane che hanno in seno al proprio roster Federica Mazzone ancora non al meglio dopo l’infortunio subito in semi-finale. Le romane partono fortissimo e dopo appena 5’ di gioco conducono di 10 lunghezze, con il tabellone a segnare 6 per Ragusa, 16 per Roma. Non cambia il divario fra le due squadre al primo mini riposo con Ragusa troppo molle in difesa e quanto mai imprecisa in attacco.

Coach Leggio allora tenta la carta Mazzone, che produce i suoi risultati. Assist per le compagne e canestri che riducono lo svantaggio. La squadra gira a mille, quando la Mazzone è costretta ad abbandonare il parquet, ancora per lo stesso infortunio. E’ notte fonda al termine del secondo quarto, con i 15 punti di distacco, ma è da qui in poi che cambia la partita. Ragusa rosicchia punto su punto, con Roma che non ci sta e che quando le iblee sembrano avvicinarsi più del lecito, mette i canestri della distanza, ma il pareggio arriva a 2’ dalla fine, e a 8 secondi i due liberi del vantaggio locale. L’ultimo tiro di Roma a fil di sirena è sbagliato e Ragusa festeggia la serie A.